lunedì , 15 Aprile 2024

LE CANTINE SOCIALI DI MARSALA E PETROSINO FERMANO LA VENDEMMIA

Si fermano le Cantine sociali di Marsala e Petrosino. Si ferma la vendemmia nei due importanti territori vitivinicoli della provincia. Venerdì prossimo, 22 settembre, le due comunità si raccolgono attorno al mondo agricolo per sottolineare assieme la gravità della situazione che mette a rischio non solo il settore di riferimento, ma tutto l’insieme economico e produttivo. È quanto è stato deciso, nella tarda serata di ieri, a seguito dell’incontro nella sede della Strada del Vino di Marsala, promosso dai sindaci Massimo Grillo e Giacomo Anastasi. Presenti rappresentanti delle Cantine sociali, del settore vitivinicolo e delle categorie sindacali, il tavolo operativo ha dato il suo ok a partecipare in massa alla manifestazione straordinaria LA NOTTE DEL VINO, in programma venerdì prossimo, 22 settembre, a Marsala. L’appuntamento è per le ore 16:30 in Piazza F. Pizzo, davanti la Fontana del Vino. Da qui, il corteo si snoderà fino a raggiungere Piazza della Repubblica, dove il vescovo Angelo Giurdanella farà sentire il suo sostegno a questa causa cruciale per il comparto agricolo. Già ad agosto, infatti, il vescovo della Diocesi di Mazara aveva manifestato il suo pensiero in una lettera aperta rivolta “a donne e uomini, figli amati di questa terra, che stanno soffrendo a causa della crisi che ha mostrato il settore vitivinicolo”. Da qui l’appello lanciato dai sindaci di Marsala e Petrosino per invitare calorosamente tutti i cittadini a partecipare attivamente a questa manifestazione di solidarietà: “Insieme vogliamo far giungere il nostro appello forte e chiaro al Governo Regionale e Nazionale, richiedendo misure immediate per sostenere il settore. Fermare la raccolta dell’uva in piena vendemmia è un fatto eccezionale per le Cantine Sociali, perché è eccezionale e drammatica la situazione dei nostri viticoltori. La nostra radicata tradizione e l’antica cultura del vino dei nostri territori devono continuare a vivere”.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

NUOVO PSI: NEL CENTRO STORICO DI MARSALA, C’E’ UNA STRADA CHE E’ ANCORA UNA TRAZZERA. LA VIA FRAZZITTA

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del segretario del Nuovo PSI Rosario Lunetto. …