domenica , 21 Luglio 2024

Coronavirus, cittadini italiani bloccati in Colombia: “abbiamo il diritto di tornare nella nostra patria”

Paolo De Marco è un cittadino di Marsala che viveva in Colombia.La sua vicenda era rimbalzata ai rigori della cronaca nazionale e noi ce ne siamo occupati a lungo in questi giorni, raccontando il lungo viaggio che lo ha condotto da Bogotà fino all’Italia. Paolo è riuscito a tornare a casa, tra le mura domestiche, tra quelle vie che lo hanno visto crescere e in un ambiente certamente familiare, seppur nel rispetto delle restrizioni e delle misure anti-covid. Ci sono altri cittadini italiani che attualmente si trovano in Colombia ma non riescono a tornare in Italia. Massimiliano Cordova è uno degli 80 italiani che si trova attualmente in Colombia. Lui è di Palermo, divorziato con due splendide bambine che non vede l’ora di riabbracciare e ci ha raccontato che in Colombia c’è gente disperata, donne incinta, anziani, gente che deve tornare dalle proprie famiglie, in Italia. Massimiliano ci racconta che è stato predisposto un solo volo umanitario italiano e che verosimilmente altri voli con Italia non ce ne saranno più ma verranno gestiti solo da altre ambasciate straniere, il che è depenalizzante per loro in quanto verrebbero avvisati soltanto con tre giorni di anticipo e per chi deve viaggiare è un problema serio anche perché, non essendoci voli, chi deve spostarsi è costretto a pagare di propria tasca un taxi privato che può costare fino a 1000 euro dato che ci sono circa 1000 km per raggiungere la Capitale Bogotà. Il rischio inoltre è alto: le strade sono disastrose e possono subire attacchi o addirittura sequestri. Bogotà si trova ad alta quota e per la gente che soffre di problemi di salute -soprattutto respiratori- è un serio problema. Ci sono donne incinta che hanno avuto tre voli cancellati e non possono raggiungere il marito, fidanzati che non possono sposarsi e molto altro di cui ci hanno parlato proprio Massimiliano e Paolo in questo video.

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

“Il mare colore dei libri”: tutti gli incontri

Dal 26 al 28 luglio San Pietro ospiterà il Festival che promuove l’editoria contemporanea E’ …