domenica , 19 Maggio 2024

Reperti archeologici, armi, munizioni e droga nascoste in casa: trentasettenne arrestato dalla Polizia di Stato

La Polizia di Stato di Gela ha tratto in arresto un trentasettenne, nella flagranza di reato, per detenzione di arma clandestina, droga, ingente quantità di denaro e ricettazione di innumerevoli reperti di interesse storico-archeologico. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a perquisizione dai poliziotti del Commissariato di P.S., nell’ambito di specifici servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia di armi. In casa custodiva una carabina, calibro 22, compresa di caricatore, priva di marca e matricola; 182 cartucce di vario calibro, 49 involucri termosaldati di cocaina, per un peso complessivo di grammi 17.6, un pezzo di sostanza stupefacente del tipo hashish per un peso netto di grammi 6.8, un bilancino di precisione, un metal detector di colore blu, oltre un’ingente quantità di denaro contante, 12 mila euro, quale probabile provento dell’attività di spaccio. I poliziotti hanno sequestrato anche diversi reperti archeologici: tra i quali 81 monete di diversi periodi storici, 5 anfore arcaiche, 1 coppa di origine ellenica e 1 sciabola antica, il tutto di grande valore. Per l’uomo è scattato immediatamente l’arresto per detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di munizioni, ricettazione di armi e munizioni e ricettazione di beni culturali. Il G.I.P., su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela che coordina le indagini, ha convalidato l’arresto.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

HANDBALL: EN PLEIN DELL’I.C. CAVOUR-MAZZINI