martedì , 9 Agosto 2022

Circolo Pd online Nilde Iotti. Lettera al sindaco Grillo sulla situazione in cui versa la città di Marsala

Il circolo Pd online Nilde Iotti da sempre riceve denunce da parte di cittadini di diverse località, principalmente della città di Marsala. Al solo fine di segnalare e trovare soluzioni per il bene della collettività vogliamo, ancora una volta, far notare al sindaco Grillo come si presenta oggi, 23 giugno 2022, la nostra città agli occhi dei marsalesi.  

Ci rivolgiamo, pertanto, ancora una volta, a lei signor Sindaco, condividendo pubblicamente una lettera indignata di un gruppo di cittadini che non l’ha votata ma che riconosce in Lei e nella Sua carica, il punto di imputazione e sintesi delle varie problematiche della città.

Non si preoccupi, non Le chiederemo di pulizia, porto o altre amenità: per quelle è già impegnato nella sua attività di bricolage con cui costruisce i tavoli di concertazione.

Non Le parleremo, neppure, di Marsala città turistica, argomento troppo complesso che non si può pensare di sviluppare attraverso la “ gita sociale “ alla BIT di Milano.

Non Le parleremo di cultura perché con quella, è notorio, non si mangia almeno per alcuni.

Non le parleremo, neppure, dei cartelli che in via Salemi all’angolo con la Via Dante Alighieri portano le inutili indicazioni di Stadio, Piscina e Palasport, luoghi negati alla cittadinanza. E si figuri se parleremo di programmazione, parola che è scomparsa dal vocabolario politico.

Le vogliamo, invece, parlare di come si presenta la città, non agli occhi critici di un pericoloso gruppo comunista, ma agli occhi del cittadino medio.

Comprendiamo come, probabilmente, non abbia tempo per girare per la città, travolto da molteplici impegni e, dunque, non abbia diretta percezione di quanto accade. Ma veniamo al motivo di questa nostra.

Come, immaginiamo, sia di Sua conoscenza, le direttrici attraverso le quali si giunge al salotto buono della città sono quattro: Porta Mazara, Porta Garibaldi, Piazza Marconi o Porticella e Porta Nuova. Esaminiamole assieme.

Porta Mazara durante il giorno è diventata un ristorante a cielo aperto: con effluvi di ogni genere che , di certo, non fanno piacere agli abitanti ed ai passanti. Per tacere del diffuso fenomeno di spaccio di stupefacenti che avviene sotto gli occhi di tutti e senza nessuno che intervenga.

Per giungere a Porta Garibaldi, provenendo dal lungomare, bisogna fare una corsa ad ostacoli. Transenne, lavori in corso, ed anche lì tavoli, tavolini e massiccia ed indiscriminata occupazione di suolo pubblico. Con buona pace di pedoni ed automobilisti, impegnati in pericolose gimkane per evitare ostacoli e pericoli.

Porticella, con le sue immediate adiacenze, è un ritorno al Caos primigenio: parcheggio selvaggio, uso ed abuso di suolo pubblico da parte di esercenti e di privati, bagni pubblici impraticabili ed il fenomeno dei posteggiatori abusivi, seppur meno invasivo che altrove, imperversante.

Porta Nuova: i lavori con i quali la piazza è stata restituita ai cittadini, sono costantemente deturpati dal massiccio uso della stessa piazza ( anche nella parte chiusa al traffico ) a parcheggio di auto e moto, in assenza di qualsivoglia controllo.

Poi, appena entro le mura della città, ad accogliere marsalesi e turisti, la sera viene posizionato un bar su ruote che beneficia di un suo autonomo punto luce, cosa questa che fa dubitare del suo carattere “ambulante”.

Infine, la Via XI Maggio, il salotto della città un tempo deputato alle vasche.

Oggi non possono più farsi. Camminarvi senza cadere è una vera e propria impresa:

le “ balate “ sono sconnesse ed in parecchi casi quasi frantumate, senza che nessuno intervenga per il loro ripristino o si attivi per una auspicabile chiusura al traffico veicolare.

Il centro storico è in balia di frotte di ragazzotti vocianti ed urlanti che incuranti di tutto e tutti spadroneggiano con atteggiamenti arroganti ed aggressivi, a bordo di motorini e bici elettriche che circolano impunemente.

Ma probabilmente tutto questo, Ill.mo Sig. Sindaco, Lei non lo avverte occupato com’è nei lavori di bricolage, nel seguire le processioni e nel progettare improbabili gemellaggi con città libanesi.

La ringraziamo per l’attenzione e confidiamo, molto poco in verità, che possa dare un seguito a quanto le abbiamo esposto.

Naturalmente anche per il futuro continueremo a rivolgerci a Lei per le segnalazioni del caso.

Cordialmente. Per il circolo Pd online Nilde Iotti e per i cittadini che ci scrivono

la coordinatrice Linda Licari

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

VELA – Conclusi i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto organizzati dalla Società Canottieri Marsala

Circa 116 Optimist hanno colorato la costa di mare marsalese durante il fine settimana appena …