sabato , 22 Gennaio 2022

MARSALA – LA GIUNTA GRILLO DELIBERA IL PROGETTO ACQUA.SAL., RIMODULATO CON LE NUOVE PRESCRIZIONI

Un ulteriore passo avanti per il progetto Acqua.Sal, volto a favorire la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione dello Stagnone di Marsala. La Giunta Municipale ha infatti approvato il nuovo progetto di fattibilità tecnico-economica, così come modificato dalle prescrizioni dettate dall’Assessorato Regionale Territorio Ambiente. “Siamo in dirittura d’arrivo per questo nuovo progetto rimodulato, afferma il sindaco Massimo Grillo, su cui abbiamo ricercato l’ampia condivisione sia degli altri Enti partner, anche in ordine al badget, nonché del Consiglio comunale, tenuto conto che la precedente Assemblea civica aveva bocciato il precedente progetto”. Il riferimento è innanzitutto all’incontro a Marsala (Settembre scorso) con i rappresentanti di Gal Elimos, Dipartimento regionale Pesca, FLAG, Villa Genna, Salina Genna, Consorzio Universitario Trapani e Riserva Naturale Isole dello Stagnone. In quell’occasione, presenti il sindaco Grillo e l’assessore Oreste Alagna, il tavolo tecnico aveva anche riformulato il budget di progetto – ora di poco superiore a 900 mila euro – riuscendo comunque a mantenere la coerenza con le originali finalità. Successivamente, era stato lo stesso sindaco Massimo Grillo a chiedere il coinvolgimento del Consiglio comunale su Acqua.Sal. Il progetto, lo scorso Novembre, fu discusso in sede di Conferenza di Capigruppo, nel corso della quale – tra l’altro – si è preso atto che la rielaborazione del progetto aveva riscosso apprezzamenti anche da parte di Associazioni ambientaliste, il tutto nel rispetto delle prescritte condizioni che soddisfano la “Valutazione di Incidenza Ambientale”.

Il progetto Acqua.Sal intende contribuire al recupero, alla conservazione e valorizzazione della Riserva lagunare, nonché alla promozione di un impianto dimostrativo di acquacoltura estensiva. Sarà inoltre eseguito un monitoraggio periodico della acque della vasca, sotto la vigilanza dell’ARPA cher poi dovrà validarle. Infine, a Villa Genna si allestirà una sala multimediale per favorire lo scambio di informazioni/conoscenze volte a far crescere il rispetto per la tutela dell’ambiente e la conservazione delle peculiarità etnoantropologiche.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Al via la campagna nazionale “No al patto di stabilità” – La Uil Trapani promuove sul territorio l’iniziativa sindacale contro l’austerità

“Nelle ultime settimane – afferma il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello – la Commissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *