mercoledì , 28 Febbraio 2024

PD: “Deliberazione di direttivo e segreteria per avviare una fase congressuale che possa ricreare un nuovo gruppo dirigente”

Si invia il documento che è stato proposto dai componenti del direttivo nella seduta del 7 febbraio 2024 con l’odg: “proposte per riunire il partito territoriale.”                                                                                                                      

“Il 29 giugno del 2022 il circolo Pd di Marsala ha celebrato il congresso straordinario che ha eletto il comitato direttivo e il segretario, Paolo Pace.

Dopo un lungo periodo di stasi e d’inerzia, caratterizzato sia dalla totale mancanza di un’incisiva e puntuale opposizione alla giunta di Grillo – che mostrava fin da quando ha preso il “potere” tutte le sue incapacità amministrative e gestionali – e sia dall’inesistente presenza del partito sul  territorio, il congresso si è reso necessario soprattutto  nei confronti degli iscritti e degli elettori che ci avevano dato la fiducia. Lo scopo del congresso era quello di avere un gruppo dirigente all’altezza del nuovo corso del Pd, che poi verrà inaugurato con l’investitura democratica, attraverso le primarie, con l’elezione di Elly Schlein.

Purtroppo il suo esito, come è noto, non è stato quello auspicabile per tutti, cioè la possibilità di trovare l’unità di tutte le forze che, al proprio interno, pur nella dialettica, avessero a cuore il rilancio e il recupero del partito, che era uscito sconfitto dalle elezioni comunali. Infatti, una parte del partito, che non era riuscito a svolgere il suo compito che gli era stato affidato prima del congresso, ha deciso di non partecipare alla votazione per eleggere il nuovo segretario e gli organi direttivi, abbandonando anzitempo i lavori nel pieno della discussione congressuale. Una decisione questa che ha pesato molto nel partito e nei suoi militanti.

Più volte si è cercato di trovare momenti di coinvolgimento delle compagne e dei compagni che hanno deciso di rimanere fuori dal partito. Ma nessuna delle tante iniziative che sono state intraprese ha sortito l’effetto sperato, come quella di avere creato i gruppi tematici che hanno coinvolto anche i non iscritti su alcune problematiche specifiche o quello di indire frequentemente le convocazioni dell’assemblea degli iscritti per un confronto più ampio e di maggiore interesse che riguardavano la nostra città e le nostre contrade lasciate al proprio destino dal sindaco Grillo.

Bisogna prendere atto che, dopo l’insediamento della segreteria Schlein, si sono registrati timidi e sporadici contatti con quel gruppo di compagni che si erano disinteressati del partito. Ma non possiamo nasconderci che ancora persistono incomprensioni e distanze notevoli di un’azione comune su temi importanti. E nemmeno possiamo accettare l’idea di arrivare a soluzioni pasticciate, tipo pseudo organismi paralleli frutto di accordi sottobanco.

Tutto ciò premesso e considerato che il 9 e 10 giugno si andrà alle elezioni europee e, nel 2025,  a quelle amministrative a Marsala, si ritiene più che mai opportuno che il gruppo dirigente nel suo insieme, i militanti, gli scritti, gli elettori e i simpatizzanti  possano sentirsi a proprio agio nel partecipare attivamente alla vita di partito. Per facilitare questo processo, è altresì necessario che il segretario e il direttivo si dimettano dal loro rispettivo incarico per dare vita allo svolgimento democratico di un nuovo congresso. Un congresso all’interno del quale si possa e si debba sviluppare un dibattito franco e aperto in grado di individuare il gruppo dirigente e il segretario politico frutto di un confronto democratico e non di accordi di “capi corrente”.                                                                                                             

A conclusione dei lavori, il direttivo e la segreteria, formalizzano le dimissioni.     

Segreteria e Direttivo del circolo PD

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

SI INSEDIA A TRAPANI IL NUOVO VICARIO DEL QUESTORE: È CONO INCOGNITO

Mercoledì 21 febbraio si è insediato il nuovo Vicario del Questore di Trapani, Primo Dirigente …