sabato , 22 Gennaio 2022

GDF CATANIA: L’AZIONE DELLA TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL’UNIONE EUROPEA

Il ruolo dell’Ufficio del Procuratore Europeo (European Public Prosecutor’s Office – EPPO) a tutela degli
interessi finanziari dell’Unione Europea e le sinergie operative con la Guardia di finanza, con particolare
riferimento al contesto territoriale del distretto di Corte di appello di Catania.
Questi i temi della giornata di studi organizzata dal Comando Provinciale della Guardia di finanza di Catania a
favore dei Reparti del Corpo di Catania, Ragusa e Siracusa, a cui hanno preso parte i Procuratori Europei
Delegati competenti per la Sicilia, dr. Calogero Ferrara e dr.ssa Amelia Luise, e il Procuratore aggiunto della
Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, dr.ssa Agata Santonocito.

L’incontro – moderato dal Comandante Provinciale della Guardia di finanza, Generale di Brigata Antonino
Raimondo – è iniziato con l’allocuzione del Comandante Regionale “Sicilia” della Guardia di finanza, Generale
di divisione Riccardo Rapanotti, il quale si è soffermato, in particolare, sul ruolo della Guardia di finanza che, in
ragione dei compiti assegnati quale polizia economico-finanziaria, costituisce l’interlocutore naturale della
Procura Europea. A tal riguardo, il Comandante Regionale ha sottolineato che i Procuratori Europei possono
avvalersi, sul territorio siciliano, dell’intero dispositivo del Corpo, composto dai Nuclei di polizia economicofinanziaria
e dai Reparti territoriali, oltre che della componente speciale, rappresentata, più nello specifico, dal
Nucleo speciale di polizia valutaria.

La riunione operativa è proseguita con l’intervento dei Procuratori Europei Delegati, che hanno illustrato, nel
dettaglio, le finalità e la struttura della Procura Europea. Sul punto, è stato evidenziato che l’Alta Autorità opera
con una struttura a livello centrale, coordinata dal Procuratore Capo Europeo, e, a livello periferico, con i
Procuratori Europei Delegati, i quali dirigono negli Stati membri le indagini sui reati a danno interessi finanziari
dell’Unione Europea.

A conclusione del ciclo degli interventi, il Procuratore Aggiunto della Procura Distrettuale di Catania si è poi
soffermata sui rapporti e la ripartizione di competenze tra le Procure Nazionali e la Procura europea.
Al termine degli interventi dei relatori, l’incontro è stato ulteriormente arricchito dalle domande dei Comandanti
dei Reparti territoriali e del personale del Corpo presente, che hanno stimolato un interessante e proficuo
confronto operativo con i Procuratori Europei Delegati e con il Procuratore Aggiunto di Catania.

L’importante iniziativa in argomento, a presidio degli interessi del bilancio dell’Unione Europea, consolida strategicamente l’azione di tutela della spesa pubblica della Guardia di finanza che, quale organo investigativo di polizia economico-finanziaria specializzato nelle attività di contrasto delle frodi, delle malversazioni e degli sprechi di denaro pubblico, assicura un’azione di contrasto incisiva nei confronti della criminalità economica e finanziaria a tutela dei cittadini e delle imprese, soprattutto nel peculiare momento storico caratterizzato da rilevanti interventi di matrice europea e nazionale indirizzate a sostegno dell’economia colpita dagli effetti della pandemia. Referente: Ten. Alfio Domenico Mirabella; Contatti: 3356921672 pagina 2

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Al via la campagna nazionale “No al patto di stabilità” – La Uil Trapani promuove sul territorio l’iniziativa sindacale contro l’austerità

“Nelle ultime settimane – afferma il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello – la Commissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *