martedì , 9 Agosto 2022

L’incompetenza al potere

VINCENZO SAMMARTANO – L’incompetenza è pericolosa tre volte. E’ pericolosa quando non viene riconosciuta e viene chiamata a rappresentare una comunita’. E’ pericolosa quando è al potere. Ed è ancora più pericolosa quando, non riconoscendo il proprio stato, si eleva al sapere supremo.

Capita che in Sicilia, l’Incompetenza, fatta di politica e burocrazia, incassa la prima bruciante brutta figura: 31 progetti ammessi, 31 progetti bocciati dal ministero dell’Agricoltura. Si trattano di investimenti di ammodernamento dei sistemi di irrigazione dei campi agricoli.   

L’assessore siciliano all’agricoltura, Toni Scilla, si chedeva  “Con quale criterio e come si è proceduto alla selezione?. È chiaro che qualcosa non quadra. Il ministro Patuanelli scade in valutazioni sommarie a tutto svantaggio della Sicilia, e non è la prima volta che lo fa”.

Dall’altro lato, Patuanelli rispondeva che i progetti sono stati classificati non ammissibili per valutazioni prettamente tecniche. “Inoltre 17 progetti presentavano una durata di intervento e realizzazione delle opere superiore ai 30 mesi. Abbiamo delle scadenze – ha commentato Patuanelli – che non sono derogabili, come è noto”.

L’incompetenza della macchina burocratica siciliana, non riconoscendo le sue lacune, va al contrattacco, niente di meno che con il presidente Nello Musumeci che come un Masaniello 2.0 dice: “È una vergogna nel Pnrr continuare a guardare a progetti del Centro-Nord e non a quelli del Sud e della Sicilia”.

Ma non c’e’ da scandalizzarsi. Siamo questi. Siamo un popolo che vota per l’amico, che assume l’amico e che vive attraverso una ragnatela di relazioni che uccidono la meritocrazia. In Sicilia non si ha una visione del futuro. Non si programma. Non si attraggono investimenti. La Sicilia è immobile. E’ imbalsamata nel suo spazio tempo. Sempre in attesa delle prossime votazioni. Nel frattempo si svuota di risorse umane proprio a causa dell’incompetenza che da anni regna sovrana.

Nel frattempo, chi lavora all’estero, vede il mondo cambiare rapidamente. Si parla di transizione energetica, si vedono le citta’ cambiare ed adattarsi alle nuove dinamiche.

Poi c’e’ la Sicilia. Ed ogni volta che si atterra al Falcone Borsellino e si esce dall’area arrivi è come catapultarsi in una modernissima ed efficientissima macchina del tempo. Che non ti ringiovanisce. Ma ti porta indietro di 30 anni.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

VELA – Conclusi i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto organizzati dalla Società Canottieri Marsala

Circa 116 Optimist hanno colorato la costa di mare marsalese durante il fine settimana appena …