giovedì , 29 Ottobre 2020

Coronavirus: il Presidente della Regione Sicilia firma una nuova ordinanza

Il Covid-19 continua imperterrito la sua corsa, con la curva dei contagi in continuo aumento e la prospettiva di un nuovo lockdown dietro l’angolo. Il nuovo dpcm del 13 ottobre ha posto un veto sospensorio sulle gite scolastiche, feste private con una forte raccomandazione a limitare quelle in casa con un massimo di sei persone. Il Governo ha anche applicato delle restrizioni sulle partite a calcetto e basket tra amici. Sembra invece che le grandi società sportive, pur avendo casi di positività, continuino a giocare. Il decreto ha  ha reintrodotto l’obbligo di mascherina su tutto il territorio nazionale dopo lo stop dei mesi estivi che invece hanno portato a numerosi assembramenti lungo le strade, spiagge, piazze e piste da ballo, generando la crescita esponenziale dei contagi. L’obbligo è escluso a coloro i quali svolgono attività sportiva, ai bambini al di sotto i 6 anni e le persone con patologie o disabilità non compatibili con l’uso della mascherina. L’uso della mascherina è raccomandato anche all’interno delle abitazioni private, in presenza di estranei al nucleo familiare.

Un incremento di casi positivi a livello nazionale pari a 6.821 persone contagiate. La Sicilia ad oggi conta 399 nuovi positivi nelle ultime 24 ore. Non si era mai contato un numero così alto all’interno della regione. Il Presidente della Regione Sicilia –in data 15 ottobre 2020- ha firmato una nuova ordinanza contingibile e urgente in cui riporta che “gli esercenti di servizio di trasporto pubblico locale di linee extraurbane su gomma assicurano i servizi garantendo gli assetti previsti dagli attuali contratti stipulati con la Regione Siciliana. E’ consentita la possibilità di bigliettazione a bordo mezzo. Gli esercenti di servizio di trasporto pubblico locale di linee urbane su gomma assicurano i servizi garantendone gli assetti previsti dagli attuali contratti stipulati con le Amministrazioni Comunali. E’ consentita la possibilità di bigliettazione a bordo mezzo. Gli esercenti di servizio di trasporto pubblico locale di linea che effettuano i collegamenti a mezzo navi – traghetto e a mezzo unità veloci con le Isole minori della Regione Siciliana devono effettuare i servizi secondo gli assetti stagionali previsti dagli attuali contratti stipulati con la Regione Siciliana e l’Amministrazione dello Stato. Nel rispetto delle misure di carattere sanitario finalizzate alla prevenzione e al contenimento dell’infezione da Covid-19 di cui alle disposizioni nazionali vigenti in materia, è consentita l’occupazione dell’80% dei posti a sedere e in piedi per i quali il mezzo è omologato, in deroga all’obbligo di distanziamento interpersonale di almeno un metro e al coefficiente di riempimento dei mezzi, fissato dal DPCM del 11 giugno 2020. Tali misure si applicano anche al Trasporto Pubblico Regionale/Locale di linea ferroviario, automobilistico extraurbano nonché al Trasporto Pubblico non di linea e servizi autorizzato (taxi, noleggio con conducente, noleggio senza conducente, sia automobilistico che bus, autobus ai fini turistici), trasporto pubblico funiviario”.

La curva dei contagi non si arresta neppure a Marsala, recentemente l’ospedale “Paolo Borsellino” è tornado ad essere Covid Hospital. Il nuovo Sindaco Massimo Grillo e l’assessore alle Attività produttive Oreste Alagna hanno affermato congiuntamente in una nota che “l’aggravarsi della situazione epidemiologica, che investe anche la nostra città, comporta una maggiore attenzione per evitare il diffondersi del contagio. L’obbligo di indossare la mascherina e tenere la distanza di sicurezza continuano a restare di fondamentale importanza per combattere il coronavirus. In più, norme più restrittive sono state recentemente emanate per quanto riguarda gli esercizi commerciali e le attività di ristorazione in particolare, ai quali faccio un ulteriore appello al senso di responsabilità”. Nuove regole per bar, gelaterie, pub, pasticcerie alla luce del nuovo DPCM. Tali servizi saranno consentiti sino alle ore 24.00 con consumo al tavolo e fino alle 21.00 in assenza di consumo al tavolo.

L’ex Sindaco di Marsala Dott. Alberto Di Girolamo ha scritto sulla sua pagina facebook: “i contagi da Covid 19 sono in costante aumento anche a Marsala, siamo arrivati addirittura a 60 positivi. Nell’intera regione i posti letto dedicati ai pazienti Covid sono  quasi tutti occupati e quelli di rianimazione scarseggiano. Il governo regionale con l’avallo della nuova amministrazione, vorrebbe ritrasformare l’ospedale Paolo Borsellino in Covid Hospital. Il Governo nazionale è stato costretto ad emanare un nuovo DPCM ancora più restrittivo, per ridurre il rischio di contagio. Io non entro nel merito delle nuove restrizioni, ma da medico vi invito caldamente a salvaguardare la nostra salute e quella dei nostri familiari ed amici e quindi a salvaguardare il lavoro e l’economia della nostra comunità. Se continuano ad aumentare i contagi rischiamo un secondo lookdown. I nuovi  positivi sono spesso asintomatici e si annidano all’interno della famiglia. Per evitare di contagiarci e di contagiare, come da mesi continuo a ripetere, è necessario e adesso più di prima, visto i tanti, troppi casi positivi, rispettare semplici regole:

1) indossare sempre la mascherina al chiuso e all’aperto quando non si è da soli;

2) mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 m con tutti, non solo con gli estranei; 

3) igienizzarsi le mani frequentemente;                 

 4)salutarsi con un sorriso o  un inchino ed evitare abbracci, baci, strette di mano;                          

5) evitare assembramenti;       

6) utilizzare l’APP IMMUNI, io l’ho installata da qualche mese;       

7) cominciare a pensare al vaccino antinfluenzale, io l’ho sempre fatto e lo farò a breve.

Il picco dei contagi si aspetta nei prossimi mesi e se dovesse aumentare di molto, il rischio di chiusura di zone della città o di tutta la città è molto alto. EVITIAMOLO. Il nostro futuro e quello della nostra comunità dipende da ognuno di noi, applichiamo le poche e semplici regole che già conosciamo. EVITIAMO di AMMALARCI. Blocchiamo i contagi o i contagi bloccheranno noi.”

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

Coronavirus: scontri a Palermo tra manifestanti e Polizia

Nella tarda mattinata del 28 ottobre, ci sono state proteste pacifiche di scuolabus e taxi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *