domenica , 21 Luglio 2024

MAZARA DEL VALLO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA IN FLAGRANZA DI REATO PREGIUDICATO MAZARESE

Nei giorni scorsi, i poliziotti della Volante del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo hanno tratto in arresto U. M. , classe ’69, mazarese con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.


A seguito della segnalazione di strani rumori provenienti da un immobile sito lungo la Strada Statale 115, nei pressi di una ditta di materiale edile e movimentazione terra, gli agenti sono arrivati rapidamente sul posto, ove tutto appariva nella norma. Tuttavia, giunti sul retro del capannone, gli agenti della Polizia di Stato si sono accorti che una parte di muro, nei pressi di una porta in ferro, era stato divelto, creando un varco piuttosto ampio. All’interno del locale adibito a magazzino, i poliziotti hanno sorpreso un uomo col volto travisato da un passamontagna nero ed alla guida di un carrello elevatore, mentre tentava di trainare verso l’esterno una cisterna contenente diverse centinaia di litri di gasolio.
Il malfattore, vistosi scoperto e senza possibilità di fuga, ha desistito dal suo intento ammettendo le proprie responsabilità. Gli agenti, quindi, hanno ricostruito l’intera azione criminale di U. M. Nottetempo, l’uomo aveva abbattuto una porzione del muro di cinta del magazzino della ditta, utilizzando una pesante mazza in ferro, sequestrata dai poliziotti, al fine di introdursi nell’immobile. A quel punto, si era impossessato di un carrello elevatore di proprietà della ditta ed aveva sollevato la cisterna contenente almeno mille litri di gasolio. Aveva poi tentato di portare via il contenitore su un furgone Iveco Daily, rubato lo scorso gennaio da un deposito dell’A.N.A.S. di Salemi.
Le scritte riconducibili all’azienda stradale, infatti, poste sulla fiancata del mezzo, erano state maldestramente nascoste utilizzando della vernice.
Per disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, l’uomo è stato condotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G. procedente.
Il furgone, nella prima mattinata, acquistato da pochi mesi dall’A.N.A.S. e ancora in buone condizioni, è stato restituito in giudiziale custodia all’azienda.
Gli agenti, infine, hanno contestato a U. M. anche la violazione prevista dall’art. 4 del decreto legge 19/2020 poiché sorpreso fuori dalla sua abitazione senza un giustificato motivo.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

“Il mare colore dei libri”: tutti gli incontri

Dal 26 al 28 luglio San Pietro ospiterà il Festival che promuove l’editoria contemporanea E’ …