domenica , 12 Luglio 2020

Digitalizzazione, il prezzo del progresso alla portata di click. Ecco i dati…

Le piattaforme digitali hanno notevolmente cambiato il mondo dell’economia, ridimensionando l’acquisto di bene e servizi alla portata di un solo click. Sembrano lontani i tempi in cui si scendeva in centro con tutta la famiglia, il fine settimana, per guardare le vetrine dei negozi e provare i nuovi capi d’abbigliamento o cercare le migliori offerte tra i tanti negozi della città. Una sfumatura sbiadita nei ricordi e nel tempo.

Oggi è tutto alla portata di mouse, di click, e con una scelta talmente vasta di beni e servizi che rimane l’imbarazzo della scelta e un carrello che, a differenza di quello che trasportavano le nostre mamme, non si riempie mai. Lo sviluppo del mondo digitale e la crescita esponenziale di utenti che acquistano prodotti attraverso un click di mouse nei vari portali e siti internet, ha spinto numerosissime aziende a doversi adeguare agli standard di mercato per poter sopravvivere ad una concorrenza sempre più spietata e dispersiva che non si limita più al negozio della porta accanto ma si disperde silenziosamente tra i cavi della rete internet, navigando in ogni parte del mondo.  Secondo i dati Istat, nel 2019 è aumenta la quota di imprese con almeno 10 addetti che hanno effettuato l’accesso su internet attraverso la connessione veloce. Il 16% delle imprese manifatturiere ha un livello di digitalizzazione alto o molto alto e risulta un livello di produttività del lavoro più elevato.

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

Conte annuncia: possibile proroga dello stato di emergenza a tutto il 2020

Il premier Giuseppe Conte conferma quello che tecnici di istituzioni e ministeri davano ormai per …