domenica , 19 Maggio 2024

ARRESTATO UN RICERCATO SVIZZERO A CAMPOBELLO DI MAZARA

 I Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara, diretti dal Maresciallo Maggiore Pietro Fiorentino, hanno arrestato Dino CRESCIMANNO con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti.

Sul’uomo di anni 43, nato in Svizzera, pendeva, sin dal 2004, una richiesta di arresto ai fini dell’estradizione emanata dalla Suprema Corte Svizzera dopo che, l’anno precedente, di ritorno da un viaggio dalla Repubblica Domenicana, l’uomo era stato sorpreso all’aeroproto di Zurigo in possesso di 11 barattoli contenenti 5 Kg di cocaina, oltre alla somma contante di 20.000 franchi svizzeri, equivalenti a circa 17.000 euro.

L’arresto è avvenuto grazie ad uno dei servizi di controllo straordinari del territorio disposti in occasione dell’approssimarsi delle festività natalizie, quando i Carabinieri, nel transitare lungo la via Garibaldi di Campobello, decidevano di controllare un uomo per via della sua somiglianza con il ricercato internazionale Crescimanno Dino. L’esito degli accertamenti espletati per il tramite dell’Ufficio di cooperazione internazionale S.I.Re.N.E. (Supplementary Information Request at National Entry) di Roma, ha confermato i sospetti investigativi dei militari operanti che hanno, quindi, proceduto all’esecuzione del provvedimento di cattura emanato dall’Autorità Svizzera.

L’arrestato, condotto presso la Casa Circondariale di Trapani, è stato messo a disposizione del Presidente della Corte d’Appello di Palermo in attesa della sua successiva estradizione verso il Paese d’origine, secondo quanto previsto dagli accordi internazionali.

Le quotidiane attività condotte dell’Arma, impegnata nei diuturni servizi di prevenzione e repressione delle condotte criminose, ha assunto, proprio in occasione delle prossime festività, un ulteriore innalzamento dell’attenzione da parte dei reparti territoriali dell’Arma producendo immediati e concreti effetti positivi su una maggiore percezione di sicurezza da parte della locale comunità.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

HANDBALL: EN PLEIN DELL’I.C. CAVOUR-MAZZINI