domenica , 19 Maggio 2024

Risparmio idrico: ordinanza della sindaca Toscano per un uso razionale dell’acqua

In considerazione della severa crisi idrica, dovuta alle condizioni climatiche, che sta colpendo la Sicilia e molte altre regioni italiane, la sindaca Daniela Toscano, con ordinanza n.95/2024 (scaricabile in allegato), ha disposto per tutti gli utenti del servizio idrico integrato, un uso estremamente accorto dell’acqua fornita dall’acquedotto pubblico.

Nel dettaglio, bisognerà limitare il consumo dell’acqua ai soli usi domestici ed igienico sanitari, con divieto di utilizzo dell’acqua distribuita per:

  • tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico;
  • irrigare ed innaffiare orti, giardini e prati;
  • lavaggio di cortili e piazzali;
  • lavaggio domestico di veicoli, con esclusione degli impianti di lavaggio autorizzati;
  • riempimento fontane ornamentali, vasche da giardino e piscine su aree private, con avvertenza che può essere conservata l’acqua presente nell’invaso opportunamente trattata;
  • riempimento di vasche d’accumulo non strettamente legate a fini produttivi.

L’effettuazione delle attività di cui sopra è consentito solo in presenza e a fronte dell’utilizzo di pozzo privato adibito all’esercizio delle stesse attività.

«Considerata la gravissima crisi in atto sull’intero territorio regionale e non solo, che pare destinata a peggiorare – commenta la sindaca Daniela Toscano –, bisogna sensibilizzare tutti ad un uso il più possibile razionale e corretto dell’acqua, adottando ogni accorgimento finalizzato al risparmio. È fondamentale la massima collaborazione con tutti i cittadini e gli attori coinvolti, seguendo anche alcuni semplici consigli come il periodico controllo del corretto funzionamento dei propri impianti idrici e del contatore dell’acqua, per verificare se ci siano perdite, l’installazione dei frangi getto nei rubinetti, l’utilizzo dell’acqua già usata per il lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante, l’uso delle lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico, chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti. Faccio dunque appello all’impegno ed alla sensibilità di tutti».

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

HANDBALL: EN PLEIN DELL’I.C. CAVOUR-MAZZINI