mercoledì , 17 Aprile 2024

LA POLIZIA DI ENNA CONCLUDE INDAGINI NEI CONFRONTI DI UN UOMO IN ORDINE AL REATO DI VIOLENZA SESSUALE SU MINORE

La Polizia di Stato di Enna ha notificato un avviso di conclusione indagini e relativa  informazione di garanzia, emesso dalla Procura della Repubblica di Enna, nei confronti di un uomo ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale nei confronti di una minorenne. Le indagini hanno avuto origine agli inizi del Marzo scorso quando la minorenne, accompagnata dai propri genitori, si è presentata presso gli uffici della Squadra Mobile di Enna, ove ha raccontato che poco prima, scesa nell’androne del palazzo ove abita, aveva ricevuto delle attenzioni da parte di un commesso giunto sul posto per consegnarle un plico, e che all’atto di farle mettere la firma sul documento di consegna, le si era avvicinato al punto di “strofinarsi” sulla stessa mimando l’atto sessuale.La ragazza dopo essere riuscita a svincolarsi, rientrava a casa dove, in preda a una crisi di pianto, raccontava quanto accaduto, prima ad alcune sue amiche attraverso l’invio di un messaggio vocale WhatsApp, e successivamente ai suoi genitori che senza perdere tempo l’accompagnavano presso la Questura di Enna. A seguito di mirati accertamenti, i poliziotti della Squadra Mobile, riuscivano a risalire all’identità del presunto autore del reato. A fronte di ciò, la Procura della Repubblica di Enna ha disposto l’audizione della minorenne in modalità protetta, eseguita nell’immediatezza da personale della Squadra Mobile con l’ausilio di una psicologa-giuridica forense. Nella circostanza, la vittima ha confermato con lucidità i fatti reato già riferiti in denuncia.

Il Questore di Enna ha manifestato pieno apprezzamento per la rapida indagine condotta dalla Squadra Mobile di Enna invitando chi subisce reati così odiosi a recarsi tempestivamente in Questura a sporgere denuncia, in modo da favorire il più rapido corso alle indagini ed assicurare una piena ed immediata tutela alle vittime.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Enzo Tardia apre il suo studio al pubblico aderendo alla Trapani Gallery Night

Il 18 aprile si svolgerà nella città di Trapani, sulla costa occidentale della Sicilia, la …