venerdì , 14 Giugno 2024

Viabilità sostenibile: ad Amsterdam un immenso parcheggio per biciclette

VINCENZO SAMMARTANO – Di fronte la stazione centrale, ad Amsterdam è stato costruito ed inaugurato un nuovo parcheggio per le biciclette. La capacità è immensa. Il parcheggio può ospitare ben 7000 biciclette.

Il parcheggio serve da punto di snodo, perché gli abitanti di Amsterdam usano andare in stazione con la bici per poi prendere treni o bus per spostarsi in altre città per svago o per lavoro.

Non solo Amsterdam. Molte città europee stanno cercando di limitare le auto, favorendo una mobilità urbana più sostenibile che si basa su mezzi pubblici e biciclette.

Questo è il futuro. Anche perché c’è un problema energetico non indifferente. Sul futuro dell’energia, abbiamo scritto diversi articoli su questo portale di informazione.

Anche la Spagna sta cominciando questo processo. Basta visitare Valencia dove non siamo ancora ai livelli di Amsterdam, ma la strada è tracciata per una città più sostenibile.

Sia chiaro che con questa riflessione non cerchiamo di paragonare città e culture diverse. Ma vogliamo mettere in risalto il fatto che in Italia, a meno di qualche eccezione, tutto sembra fermo. Immobile. Da decenni ormai. Saldamente ancorati al passato.

Oggi dovremo invece interrogarci su come cercare di anticipare i tempi che verranno, senza correre il rischio di essere travolti da quello che ora è il futuro ma che ben presto diventerà presente.

Prossimamente approfondiremo la mobilità urbana in Olanda. Tra storia, vantaggi per il portafoglio e benefici per ambiente e salute.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …