sabato , 13 Luglio 2024

IL NUOVO GOVERNO SARA’ DA SUBITO ALLE PRESE CON LA QUESTIONE PENSIONISTICA

VINCENZO SAMMARTANO – Pronti, partenza, via. Il governo non è ancora nato e si ricomincia già a parlare di pensioni e di come superare la legge Fornero. Certamente l’eta pensionistica va affrontata nella misura in cui entra a far parte di un ragionamento più ampio e complesso. Infatti la questione pensionistica deve essere gestita considerando sia la realtà di un Italia sempre più vecchia che la sostenibilità finanziaria del sistema pensionistico nel lungo periodo.

Non si può negare che c’è una crisi demografica profonda. Le nascite sono infatti ai minimi storici: nel 2021 i nuovi nati sono stati meno di 400mila, record negativo nella storia d’Italia .

Con il trend attuale, si stima che ci sarà una diminuzione sostanziale di persone in età da lavoro (tra i 15 e i 64 anni) nei prossimi 20 anni.

A questo si aggiunge la crescente fuoriuscita dall’Italia di tantissime persone in età lavorativa. Dal 2016 al 2021 sono circa 550 mila i cittadini Italiani che si sono trasferiti all’estero. Per rendere meglio l’idea, possiamo dire che l’Italia perde ogni anno l’equivalente di una città come Marsala. La quinta città della Sicilia.

Queste considerazioni dovrebbero imporre alla politica di non ragionare a compartimenti stagni, ma guardando ogni questione sociale nel suo insieme, analizzando le cause e le conseguenze di ogni possibile decisione.

La politica dovrebbe ragionare nel come rendere strutturalmente competitivo il Paese Italia senza per questo agire solo ed esclusivamente sui salari e sulla flessibilità del lavoro e del lavoratore. Altrimenti sorprendersi dei flussi migratori verso l’esterno sarebbe solo dimostrazione di incompetenza.

Si dovrebbe agire su quelle opere infrastrutturali vitali per un paese industrializzato partendo dalla stesura e dall’applicazione di un piano energetico che possa fornire in futuro energia a prezzi sostenibili senza per questo dipendere esclusivamente dall’estero.

Si dovrebbe agire sui trasporti. Ormai obsoleti e non al passo con i tempi della transizione energetica. Tuttavia puntare tutto sul Ponte sullo Stretto a copertura del deserto infrastrutturale del sud Italia, sarebbe anche qui dimostrazione di incompetenza.

Si dovrebbe agire sulle condizioni del lavoro, sulla precarietà e sui salari. Ma anche sulle opportunità che una nazione sempre più vecchia può cogliere dai flussi migratori in entrata.

Si dovrebbe agire sulla legalità e sulla meritocrazia, causa principale dei flussi migratori in uscita.

Ed infine, si dovrebbe agire su un tessuto imprenditoriale antiquato, spesso a conduzione familiare, povero di figure manageriali in grado di poter far crescere le aziende e renderle competitive nel panorama internazionale.

Al nuovo governo l’onere di chiarire le priorità per l’Italia, sperando che non rimanga solo una questione di poltrone.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

RICERCATO IN CAMPO INTERNAZIONALE: ARRESTATO A TRAPANI DALLA POLIZIA DI STATO

Un trentenne, di nazionalità indiana, è stato tratto in arresto lunedì 8 luglio u.s. dalla …