martedì , 9 Agosto 2022

Petrosino, insediato il nuovo Consiglio Comunale con i primi strascichi post-elettorali

Il nuovo Consiglio comunale di Petrosino si è ufficialmente insediato, guidato dal neo Sindaco Giacomo Anastasi. Marcella Pellegrino, sconfitta per 16 punti nella corsa alle amministrative, oggi siede in consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione. Ha dichiarato con assoluta fermezza che “non appartengo a nessun movimento e nessun partito”. Erano presenti 11 consiglieri su 12. Chiara Sansone era assente. L’aula “Vito Marino” era gremita di gente e il caldo oltrepassava le larghe vetrate a specchio. Molti non hanno trovato una sedia libera e si sono accomodati per terra, sui gradoni in marmo. Qualcuno in aula, non riuscendo a vedere bene lo svolgimento della seduta consiliare a causa della posizione scomoda in cui era posizionato, ha preferito guardare la diretta sul telefonino. Dopo il giuramento dei consiglieri è stato eletto il Presidente del Consiglio Comunale Aldo Caradonna: “il mio impegno politico assume un significato diverso, che mi onora e mi gratifica” ha dichiarato poco dopo. Non è stata certamente una prima seduta semplice. Tra i consiglieri di maggioranza e opposizione sono rimasti ancora degli strascichi di una campagna elettorale combattuta con il coltello tra i denti. Delle scorie che, forse, andranno via col tempo. Forse. Ognuno di loro ha voluto affermare che il principio democratico ha sancito le dinamiche che hanno portato a quell’assetto consiliare. La maggioranza aveva offerto la vicepresidenza in consiglio alla minoranza. Una proposta che invece è stata rigettata. Giovanni Impiccichè, consigliere d’opposizione, ha poi aperto questioni ben lontane dai punti che erano all’ordine della seduta. Anche i cittadini presenti sugli spalti, meno esperti di politica, lo hanno notato. Dopo una pausa dovuta , continui tira e molla e qualche lamentela da parte di Impiccichè per una stanza in cui riunire l’opposizione ma che non si trovava, viene stata eletta la Vice Presidente del comune di Petrosino: Francesca Marino. Terminata la fase di giuramento dei consiglieri e del Sindaco e rassicurati alcuni consiglieri di opposizione che avevano esposto questioni ben lontane dall’interesse della seduta, il Sindaco Anastasi ha concluso dicendo: “quest’aula deve riconquistare una centralità. Quest’aula rappresenta il Popolo petrosileno. Io e la mia giunta entreremo sempre in punta di piedi” – aggiungendo poi- “In questo primi giorni andiamo incontro ad una situazione molto difficile”. Sembrava tutto finito, doveva essere tutto finito. Tutti erano pronti ad alzarsi perché l’intervento del Sindaco rappresentava la chiosa perfetta per una giornata simbolica e celebrativa. Cittadini e consiglieri erano ormai pronti ad ufficializzare la chiusura. C’era il caldo, i ventagli delle signore che avevano più efficienza dell’aria condizionata: fortunato chi si trovava lì vicino! Tutti pronti ad alzarsi, a sentire la fatidica frase in cui veniva ufficializzata la chiusura della seduta. Niente. Nulla di tutto ciò. La seduta prosegue. L’opposizione prende nuovamente la parola dopo l’intervento del Sindaco, per sollevare questioni ben lontane dai punti della seduta consiliare. Un attimo di chiarimento e poi si chiude ufficialmente la seduta. Ci vorrà del tempo per eliminare le scorie di questa campagna elettorale così turbolenta. Tanto. Si creera prima un dialogo tra maggioranza ed opposizione o tra il Consiglio Comunale e i cittadini? E’ come chiedere se è nato prima l’uovo o la gallina. Ancora è presto per parlarne. Vedremo…

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

VELA – Conclusi i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto organizzati dalla Società Canottieri Marsala

Circa 116 Optimist hanno colorato la costa di mare marsalese durante il fine settimana appena …