martedì , 9 Agosto 2022

Caro Energia, le cause

Caro Energia

Milano – Aumenti del costo dell’energia elettrica

Il caro energia e’ collegato direttamente al costo del gas naturale. Secondo gli esperti, le cause sono:

⁃   L’aumento della domanda dovuta ad una ripartenza dell’economia dopo mesi di fermo causa pandemia. 

⁃   Un maggior uso di gas per la produzione di energia elettrica da parte dei paesi del Nord Europa a causa della diminuzione di energia eolica (sembra che riscaldamento globale ha portato meno venti del solito). 

⁃   La riduzione delle fornitura provenienti dalla Russia, anche a causa dei venti di guerra degli ultimi mesi. 

Il costo dell’energia, legato al prezzo del gas naturale ha così subito inevitabilmente dei rincari che vanno a sommarsi ai costi per l’acquisto di crediti di emissioni di CO2.

L’Italia è tra le nazioni europee quella più penalizzata poiché il 42% del fabbisogno energetico deriva dal gas, contro meno del 30% di Regno Unito, Germania e Spagna e meno del 20% della Francia.

Il vero problema è che qualsiasi cosa venga prodotto, necessita di energia elettrica. Quindi, se il prezzo del gas non scenderà nel prossimo futuro, tutto inevitabilmente diventerà più caro.

Nel passato l’Italia ha deciso di non decidere. La classe politica, pur di non disturbare le sacche di voto, ha rimandato decisioni importanti per il paese.

L’Italia ha detto no al nucleare, senza proporre una valide alternativa. L’Italia ha bloccato la nascita di rigassificatori che avrebbero potuto rifornirci di gas dal medio oriente e probabilmente a prezzi più contenuti. L’Italia è in ritardo con le istallazioni di impianti eolici offshore e di energia rinnovabile in genere, che comunque non potranno mai garantire il 100% del fabbisogno.

Cosa ci riserva il futuro? Sicuramente tante sfide che devono essere affrontate con dibattiti sani e senza pregiudizi ideologici. Nel medio periodo, il risparmio energetico è la più grande centrale elettrica che possiamo costruire in tempi rapidi.

Ma nel lungo periodo e con una domanda energetica destinata a crescere, il vero problema a cui trovare una soluzione sarà quello di rendere l’Italia meno dipendete dall’estero dal punto di vista energetico.

VINCENZO SAMMARTANO

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

𝐈𝐧𝐟𝐫𝐚𝐬𝐭𝐫𝐮𝐭𝐭𝐮𝐫𝐞, 𝐨𝐤 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐆𝐢𝐮𝐧𝐭𝐚 𝐫𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫 a𝐥 𝐩𝐢𝐚𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐩𝐞𝐫𝐞 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐡𝐞 (FSC 2021/2027), 𝐨𝐥𝐭𝐫𝐞 1,7𝐦𝐢𝐥𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐩𝐞𝐫 gli impianti sportivi marsalesi

La Giunta Regionale ha approvato il piano delle opere pubbliche nel marsalese per oltre 1,7 …