lunedì , 10 Maggio 2021

Denise Pipitone, manifestazione in Piazza della Repubblica a Mazara del Vallo

“Insieme per  Denise” è la manifestazione in forma stabile e nel rispetto delle misure anticovid che ci sarà Mercoledì 5 maggio, alle ore 20.30, in Piazza della Repubblica a Mazara del Vallo. Sarà in diretta televisiva e parteciperanno Piera Maggio, Piero Pulizzi e l’Avvocato Giacomo Frazzitta.  

La Procura di Marsala torna a indagare sul caso di Denise Pipitone, scomparsa il 1° settembre 2004 da Mazara del Vallo, dopo essere stata vista l’ultima volta alle 11.35 mentre giocava nel garage-cucina, dove la nonna stava preparando da mangiare. Dopo essersi accorta della presenza del cuginetto, Denise è corsa dietro a quest’ultimo ch però non l’ha vista. Da quel momento si sono perse completamente le tracce. Svanita nel nulla. Chi l’ha portata via? Chi è passato da Via Domenico La Bruna e l’ha strappata dalle mani dei suoi affetti? La casa di Denise, ricordiamo, si trova alla periferia della città, vicino al cimitero e a 500 metri in linea d’aria dal mercato rionale che si svolge ogni mercoledì: qualcuno ha visto o sentito qualcosa? Sono passati 17 anni dalla scomparsa della piccola e le domande rimangono le stesse, proprio come gli appelli rivolti alla coscienza collettiva che potrebbe dare un contributo importante per la ricerca della verità.

Qualcosa sembra essere cambiato in questi giorni e dopo la trasmissione della TV russa in cui è venuta a galla la vicenda mediatica di Olesya Rostova, ragazza russa che cercava le proprie origini e che dopo un lungo tira e molla in diretta nella trasmissione TV “Lasciali Parlare” con l’Avvocato Frazzita è stato appurato che non si trattava di Denise Pipitone, il caso della piccola di Mazara del Vallo è tornato nuovamente all’attenzione della cronaca nazionale con importanti novità che potrebbero dare una svolta decisiva alla vicenda. Nel corso di una trasmissione TV, l’ex pm Maria Angioini, che all’epoca dei fatti indagò sul caso, ha dichiarato di aver avuto il sospetto che le persone intercettate venissero informate che i loro telefoni erano sotto controllo. Fughe di notizie e sospetti che adesso sono all’attenzione dei magistrati che vogliono capire se nell’inchiesta ci sono stati errori o depistaggi.

Un’altra novità riguarda l’imprenditore italoamericano Tony Di Piazza, già vicepresidente del Palermo Calcio, che ha offerto cinquantamila dollari a chi darà informazioni utili sulla piccola Denise Pipitone. L’imprenditore ha parlato con l’Avvocato Frazzitta che ha accolto l’iniziativa, ben gradita anche da Piera Maggio e Pietro Pulizzi. Non è la prima volta che accade una cosa del genere. Quattro giorni dopo la scomparsa della piccola Denise, un anonimo imprenditore era disposto a pagare per la liberazione della piccola Denise, mettendo a disposizione una ricompensa in denaro di 50 mila euro per coloro i quali avrebbero portato la piccola Denise viva. Una cifra che poteva aumentare rispetto a quella offerta. Nel dicembre del 2004, la Provincia di Trapani stanziò 35 mila euro come ricompensa a chi riuscisse a fornire notizie utili, nuove e concrete per il ritrovamento della piccola di Mazara del Vallo. Una notizia che ebbe un grande eco mediatico, comunicata dall’allora presidente della Provincia, Giulia Adamo.

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

Vittime Covid, a Petrosino una lapide intitolata al Prof. Natale Pulizzi

Si svolgerà mercoledì prossimo (12 maggio) alle ore 11, all’interno del Cimitero Comunale, la cerimonia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *