martedì , 26 Gennaio 2021

Radio Spazio Noi InBlu, nuovi assetti e prospettive per la radio dell’Arcidiocesi di Palermo

Nata nel 1990 dalla sintesi di diverse esperienze precedenti, l’emittente radiofonica dell’Arcidiocesi di Palermo “Radio Spazio Noi” si appresta a vivere una stagione di novità rinnovando il palinsesto e l’offerta formativa. Il nuovo Direttore Responsabile è il giornalista professionista palermitano Luigi Perollo, già Direttore dell’emittente radiotelevisiva TRM e neo Direttore dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali –Ufficio Stampa dell’Arcidiocesi di Palermo; sostituisce il prof. Alessandro Hoffman che ha diretto la radio per circa un decennio. Anche il Cda dell’Associazione Radio Spazio Noi (che gestisce l’emittente) si rinnova: il prof. Michelangelo Nasca, vaticanista e Presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana di Palermoè infatti il nuovo Presidente, Vice Presidente è Luigi Perollo mentre i Consiglieri sono Giovanni Cascino (Presidente nell’ultimo decennio), il prof. Alessandro Hoffman, don Fabrizio Moscato, la dott.ssa Katia Mammana e il dott. Francesco FurnariRadio Spazio Noi (che trasmette sulle frequenze 88.0, 99,3 106.3 su Palermo e provincia e 88.5 per le province di Agrigento, Enna e Caltanissetta) è una delle radio associate al network RadioInBlu promosso dalla Fondazione Comunicazione e Cultura della Conferenza Episcopale Italiana. A curare l’offerta informativa, le rubriche, il palinsesto e la programmazione di eventi e dirette sono Giovanna Curiale e Gabriella Ruiz mentre la regia e la programmazione tecnica è affidata a Stefania Italiano e Vame Tourè. Tra i prossimi obiettivi della radio, il nuovo palinsesto (in collaborazione con il circuito InBlu), l’aumento dell’attività giornalistica e dell’offerta informativa (in collaborazione con l’agenzia di stampa Italpress), l’interazione sempre più frequente con le diverse piattaforme social. L’Arcidiocesi di Palermo sosterrà e promuoverà con ulteriore impegno l’attività della radio.

A proposito di Redazione

Il giornale si pone l’obiettivo di raccontare con assoluta trasparenza, un volto inedito della Sicilia; profumi, colori ma anche sfumature e ombre non ancora nitide di una terra in continuo mutamento. Esperti del settore che, attraverso le loro rubriche, racconteranno in modo inedito ed esclusivo una terra piena di risorse ma troppo spesso dimenticata perché arida di memoria e cultura. TriLEGGO vuole rappresentare un punto di riferimento unico per i visitatori del tempo che hanno smarrito la memoria storica ma che vorrebbero riportare nella loro mente i profumi e gli odori di una terra ormai lontana, desueta e a tratti dimenticata. Ci occupiamo, inoltre, di fatti di attualità, cronaca, politica e sport senza sentirci fonte di informazione ma strumento dell’informazione. “Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura”, Pasolini.

Vedi anche

MARSALA. Consiglieri di opposizione: “Mozione per la lotta alla violenza ed agli episodi di stampo razzista”

Visto il continuo verificarsi di episodi di violenza nelle strade del centro storico della città, …