giovedì , 29 Ottobre 2020

Il Giovinetto di Petrosino in A2: “la Sicilia è fatta da ragazzi come voi”

La società “Giovinetto Petrosino” quest’anno è in serie A 2 nel Campionato di Pallamano. La conferenza stampa è iniziata con un’introduzione che ha ripercorso un po’ la storia, con la presenza dei giocatori, sponsor e dirigenti. Il Presidente Onofrio Fiorino ha preso subito la parola ringraziando l’amministrazione comunale, i dirigenti, la squadra e la famiglia Modello “che ci onora della sua presenza perché fa parte della nostra grande famiglia”. La squadra –ricorda Fiorino- è arrivata a Petrosino circa 5 anni fa grazie alla disponibilità dell’amministrazione “che ci ha abbracciato in un momento di grande difficoltà perché non avevamo un campo. Abbiamo preso in gestione questo impianto. Abbiamo allargato la base nei primi anni, tantissima attività giovanile, siamo riusciti ad avere 7 squadre, siamo riusciti a raggiungere due obiettivi importanti due titoli regionali. Quest’anno siamo riusciti a conquistare la A2. Questo non è un punto d’arrivo ma semplicemente uno step”

Il Sindaco Gaspare Giacalone ho sottolineato che al Giovinetto che rappresentano un motivo di orgoglio per la città, ricordando un incontro di qualche anno prima al municipio, quando lui gli disse “io voglio dei risultati, voglio che riusciate davvero ad arrivare”. Così è stato. Il Sindaco ha rivolto un applauso ai ragazzi, ad una squadra così unita e “con tanto sacrificio perché dovete togliere del tempo ad altre attività: c’è chi lavora, c’è chi studia. Significa dedicare parte della giornata ad uno sport così bello e anche spettacolare. Questo è il risultato anche della complicità che si viene a creare con le vostre mamme, con i vostri papà, con i vostri nonni. Essere in serie A2 significa per Petrosino rappresentare la città, significa che dovete dare il meglio di voi stessi perché l’immagine di questa città ma anche l’immagine della Sicilia quando andate fuori. La Sicilia è fatta da ragazzi come voi”

Dopo il videomessaggio del Presidente Federale Pasquale Loria che ha mandato un grosso in bocca al lupo al “Giovinetto Petrosino”, il Sindaco Gaspare Giacalone e il Presidente Fiorino hanno preso una maglietta arancione che si trovava poggiata sul tavolo e l’hanno consegnata alla famiglia di Carlo Modello, giovane atleta scomparso prematuramente in un incidente stradale. Un momento pieno di dolore e sentita commozione, in cui la società ha consegnato la maglia numero “27” di Carlo alla famiglia. Il Sindaco Gaspare Giacalone ha concluso dicendo: “Ci sono partite nella vita che ci troviamo a combattere anche quando non lo vogliamo.  E’ una regola che vale nello sport e che deve valere anche nella vita. Quella di Carlo penso che sia stata una partita apparentemente persa senza averla messa nel conto. Da quello che è successo dobbiamo trarne l’idea che i risultati si possono anche ribaltare completamente e Carlo, penso, che non è vero che non c’è più ma è sempre vivo tra di noi”.

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

Coronavirus: scontri a Palermo tra manifestanti e Polizia

Nella tarda mattinata del 28 ottobre, ci sono state proteste pacifiche di scuolabus e taxi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *