mercoledì , 30 Settembre 2020

“A Scurata” a Salina Genna: l’Associazione Arco ha portato in scena “Istruzioni per diventare Tiranno”

L’associazione culturale Arco ha portato in scena “Istruzioni per diventare Tiranno”, all’interno della rassegna “a Scurata, cunti e canti al calar del sole – Memorial Enrico Russo”, organizzata dal MAC, Movimento Artistico Culturale, nella splendida cornice delle Saline Genna.

Lo spettacolo è stato interamente scritto, diretto e interpretato da Giacomo Frazzitta, con la presenza fondamentale sul palco dell’irriverente Federico Caruana e poi ancora Lea Fazio.

Le musiche sono state eseguire da Francesco Rallo, Giuseppe Lo Grasso e Roberto Gervasi che hanno creato suggestive atmosfere, arabescanti e sospese nel tempo, supportate dalla tromba di Aldo Bertolino che ha saputo tagliare un varco temporale in una tiepida giornata estiva, tra una danza e un tramonto alle spalle.

Tornare in scena dopo il lockdown non è stato certamente facile, per nessuno. Ricominciare nuovamente da capo, adeguarsi alle nuove disposizioni e cercare di spezzare un sorriso ad un pubblico che ha vissuto mesi duri come quelli appena trascorsi non è certamente facile. Eppure è successo.

“Istruzioni per diventare Tiranno” è riuscito a spezzare un sorriso al pubblico presente attraverso un racconto tanto attuale quanto sincero e onesto, colmo di passaggi che rispecchiano la debolezza del nostro tempo e la memoria storia che spesso viene spazzata via dalla politica estremista.

Giacomo Frazzitta ha saputo raccontare il presente e il passato, in modo ironico ma sincero, elegante ma slanciato. La storia di Dionisio I è diventata –per una sera- anche la storia di tanti marsalesi che, attraverso aneddoti autentici, hanno potuto assaporare il dramma di un presente incerto.

Una storia che non finisce di ripetersi, proprio perché la Sicilia è una terra governata da politici che hanno sempre avuto idee non molto distanti da quelle di Dionisio: stesse guerre, stesse sorti, stesse battaglie, stesse promesse. Non vi sembra un film già visto e sentito? “L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto. La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra… chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita”, asseriva Goethe.

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

Domingo: “Marsala deve crescere e noi abbiamo tante idee da realizzare…”

Massimo Domingo candidato al Consiglio Comunale di Marsala con la lista Fratelli D’Italia – con …