domenica , 21 Luglio 2024

Coronavirus, nuovo esodo a Sud: “noi siciliani non siamo carne da macello!”

Una foto sgranata in cui è raffigurata una lunga fila di autovetture in coda. Non ha nulla a che fare con quelle che vediamo ogni giorno in cui ci sono raffigurate lunghe code davanti ai supermercati o alle farmacie. No. Il Presidente della Regione Sicilia, sulla sua pagina facebook, denuncia “Mi segnalano appena adesso che a Messina stanno sbarcando dalla Calabria molte persone non autorizzate. Non è possibile e non accetto che questo accada. Ho chiesto al prefetto di intervenire immediatamente. C’è un decreto del ministro delle Infrastrutture e del ministro della Salute che lo impedisce. Pretendo che quell’ordine venga rispettato e che vengano effettuati maggiori controlli alla partenza. Il governo nazionale intervenga perché noi siciliani non siamo carne da macello!”. Un esodo incontrollato avvenuto in barba ai decreti e firmati pochi giorni fa dalla ministra Paola De Micheli dopo che il Presidente della regione aveva lanciato l’allarme per il ritorno dei siciliani dal Nord. L’accordo prevedeva la sospensione dei collegamenti aerei, nazionali e internazionali, ad eccezione di due voli giornalieri tra Roma e Palermo/Catania e il blocco di tutti i servizi automobilistici interregionali e marittimi. Il trasporto merci rimane garantito. Gli spostamenti da Villa San Giovanni e Reggio Calabria a Messina e viceversa sono garantiti esclusivamente per motivi di salute o lavoro. Sarà mantenuto un solo treno intercity al giorno per Roma. Cosa cambierà dopo questa vicenda? Quali saranno le ulteriori misure restrittive che prenderà il Presidente Musumeci?. “Ho appena avuto conferma dalla prefettura di Messina che saranno ulteriormente intensificati i controlli sullo Stretto. Possono passare, alla luce del provvedimento nazionale, SOLO i pendolari che svolgono servizio pubblico, come sanitari, forze armate e di polizia. BASTA. Stiamo facendo sacrifici enormi e bisogna dare certezze a tutti i cittadini che questa fase è seguita con impegno”, ha scritto poi Musumeci sul suo profilo in merito all’esodo incontrollato

A proposito di Angelo Barraco

Angelo Barraco, classe 89, è un giornalista siciliano, precisamente di Marsala, in provincia di Trapani. Curioso, attento ai dettagli, negli anni ha collaborato per numerose testate giornalistiche territoriali, nazionali, internazionali, sia cartacee che web. Ha scritto di politica, attualità, economia, territorio, cronaca nera, recensioni letterarie e musica. Ha intervistato molti importanti esponenti della società contemporanea che hanno tracciato un solco indelebile nella cultura e nella storia moderna.

Vedi anche

“Il mare colore dei libri”: tutti gli incontri

Dal 26 al 28 luglio San Pietro ospiterà il Festival che promuove l’editoria contemporanea E’ …