venerdì , 14 Giugno 2024

Muore cadendo dalla barellanel tragitto in ambulanza

medici dell’ospedale Cimino di Termini Imerese l’avevano dimessa, dopo il ricovero avvenuto lo scorso 28 febbraio, perché le sue condizioni erano migliorate.

Ma prima di salire sull’ambulanza privata prenotata dai parenti e raggiungere la sua abitazione a Trabia, un viaggio di appena dieci chilometri, la barella si è inspiegabilmente ribaltata: Vincenza Gurgiolo, 87 anni, ha battuto la testa sull’asfalto ed è morta tre giorni dopo nello stesso ospedale a causa della ferita riportata che le avrebbe causato un’emorragia celebrale. Sulla vicenda la procura ha aperto un’inchiesta.

La donna era stata ricoverata per un’insufficienza renale e aveva risposto bene alle cure, tanto che il 3 marzo era stata trasferita in corsia, nel reparto di Medicina, per una normale degenza. Otto giorni dopo, visto che i parametri monitorati erano buoni e l’insufficienza renale era rientrata, i medici hanno deciso di dimetterla. I tre figli, che gestiscono un supermercato a Trabia, hanno contattato una ditta privata di ambulanze per trasportare la madre a casa. Una scelta per garantirle la massima assistenza alla donna. Secondo quanto accertato dagli investigatori, i due impiegati della ditta che avrebbe dovuto occuparsi del trasporto, hanno prelevato in barella la paziente dal quarto piano dell’ospedale, e in ascensore l’hanno condotta al piano terra. Davanti all’area del pronto soccorso uno dei due dipendenti della ditta si sarebbe allontanato per avvicinare il mezzo alla rampa e agevolare così le operazioni. L’altro, invece, sarebbe rimasto con la donna. Ed è in quel momento che è avvenuta la tragedia inspiegabile. Per cause in corso di accertamento, infatti, la barella si è ribaltata e l’anziana avrebbe sbattuto con violenza la testa sull’asfalto. A questo punto sono intervenuti i sanitari del pronto soccorso e hanno riportato la donna in ospedale. Ma dopo tre giorni di ricovero, a causa di un’emorragia, è morta.

“Non è accattabile morire in questo modo – dice il sindaco di Trabia Francesco Bondì – Tutti in paese conoscono la famiglia di Vincenza. Ci stringiamo tutti alla famiglia colpita da un dolore così grande per una morte davvero assurda. Terribile quello che è successo. La mia comunità è rimasta sconvolta dalla notizia dell’accaduto”. I tre figli dell’anziana, assistiti dall’avvocato Francesco Paolo Sanfilippo, hanno presentato una denuncia alla procura di Termini Imerese contro ignoti per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti e accertare eventuali responsabilità da parte della ditta privata e dell’ospedale. I privati, affranti dal dolore, non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazioine. Il sostituto procuratore Concetta Federico ha disposto il sequestro della salma, per consentire l’autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni nel reparto di Medicina legale del Policlinico universitario di Palermo. Sequestrata anche la cartella clinica che è stata raccolta dai carabinieri del reparto territoriale di Termini Imerese.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …