mercoledì , 17 Aprile 2024

Lo Stupore del quotidiano: quattro incontri con Wislawa Szymborska. Il nuovo libro di Bia Cusumano e Fabio Gabrielli

È in uscita per Edizioni Ex Libris di Carlo Guidotti, l’ ultimo libro di Fabiana Cusumano, nota a tutti come Bia e Fabio Gabrielli, filosofo e docente universitario di filosofia della relazione presso la Lumsa di Milano, già Preside dell’ Università di Lugano in Svizzera e proposto al premio Nobel nel 2015. Fabio e Bia tornano a scrivere a quattro mani dopo un anno esatto. È infatti del 2023 il primo loro libro scritto sull’ Olacausto ” Sulla soglia del filo spinato, storia di una bambina trasparente e di un bambino con un nome” edito da Sferlazzo Editore. Questa volta il titolo del libro – saggio è ” Lo Splendore del quotidiano: quattro incontri con Wislawa Szymborska”. Un libro suggestivo perché unisce lo stile narrativo del saggio, la prospettiva di un filosofo su una grande poetessa polacca premio Nobel per la Letteratura e la vena lirica e appassionata della nostra scrittrice e poetessa, ancora in tour di presentazioni con il suo ultimo libro edito da Navarra, Trame Tradite. Fabio Gabrielli e Bia Cusumano affermano che il loro impegno per la bellezza anima ogni loro scelta di vita e di scrittura e che è loro intenzione continuare a scrivere insieme. Così afferma Fabio Gabrielli:《 La poesia, come il pensiero, deve essere sempre orientata all’esperienza, per rivendicarne il dramma ma anche l’inesausta fioritura, contro ogni ideologia che ne reclami una castratoria povertà. Questo saggio, un intreccio di filosofia, letteratura, poesia, cerca di intercettare nella poetica della Szymborska quello splendore del quotidiano che ci sembra essere il tratto costitutivo dell’umano. La scena umana, illuminata dai versi della Szymborska, rilancia senza posa “l’aggrovigliata trama”, come la definisce Ernst Cassirer, della nostra esperienza, in cui le voci dell’altro, dello stupore, del potere, dell’amore si fanno carne quotidiana. Il pensiero, ivi compresa la sua dimensione poetante, nel segno della Szymborska, nasce dalla vita e alla vita ritorna, interrogandone il senso, senza pretese padronali o dogmatiche, per restituirlo all’umano in “povertà di carne”, comunque sullo sfondo di possibili “assemblaggi gioiosi.》Aggiunge Bia: 《 Scrivere con Fabio è una esperienza straordinaria, illuminante, ogni volta è una immersione mistica dentro le mie stesse fibre alla ricerca del senso profondo del mio essere al mondo. La risposta in cui mi imbatto è sempre la stessa. Per me scrivere è come respirare. È una scelta inevitabile per vivere. Questo libro nasce da un amore smisurato che entrambi nutriamo per la poetessa polacca e per la sua vena ironica, lucida e penetrante dentro i misteri dell’ umana esistenza. Volevamo fare un omaggio a Wislawa nel centenario della sua nascita. Scrivere su di lei era il migliore modo per dirle buon compleanno e allo stesso tempo grazie per averci donato versi di impareggiabile e disarmante luminosità tra le pieghe inestricabili, a volte anche incomprensibili della vita. Ci auguriamo che il nostro libro possa essere come un piccolo e prezioso taccuino da portare appresso, su cui prendere nota, ogni giorno di quanto sia straordinaria l’ esistenza e di quanto splendore si annidi pur nei gesti più semplici e quotidiani, quelli a cui tutti noi siamo abituati e non facciamo neanche caso, proprio perché saturi e assuefatti. Il nostro libro è un implicito invito ai nostri lettori a fare silenzio, deserto, spazio in questa vita ingombrante, per accogliere l’ imprevisto, l’ insolito, l’ imperfezione, il caso che rimescola sempre le carte, perché il libro degli eventi è sempre aperto a metà. 》 Non ci resta dunque che leggerlo questo libro che mescola poesia e prosa, letteratura e filosofia in questo doppio unisono a firma Gabrielli e Cusumano.

A proposito di Redazione

Il giornale si pone l’obiettivo di raccontare con assoluta trasparenza, un volto inedito della Sicilia; profumi, colori ma anche sfumature e ombre non ancora nitide di una terra in continuo mutamento. Esperti del settore che, attraverso le loro rubriche, racconteranno in modo inedito ed esclusivo una terra piena di risorse ma troppo spesso dimenticata. TriLEGGO vuole rappresentare un punto di riferimento unico per i visitatori del tempo che vorrebbero riportare nella loro mente i profumi e gli odori di una terra a tratti dimenticata. Ci occupiamo, inoltre, di fatti di attualità, cronaca, politica e sport senza sentirci fonte di informazione ma strumento dell’informazione. “Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura”, Pasolini.

Vedi anche

Enzo Tardia apre il suo studio al pubblico aderendo alla Trapani Gallery Night

Il 18 aprile si svolgerà nella città di Trapani, sulla costa occidentale della Sicilia, la …