lunedì , 15 Aprile 2024

Rivoluzione Energetica: il Mondo si Riunisce per il Rilancio del Nucleare

Rivoluzione Energetica: il Mondo si Riunisce per il Rilancio del Nucleare

Nell’ambito della 28ª conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 28) del 2023 a Dubai, più di 20 paesi hanno concordato un traguardo storico: triplicare la capacità globale dell’energia nucleare entro il 2050. Questo impegno mira a cambiare la percezione negativa che ha circondato l’energia nucleare dagli incidenti di Chernobyl e Fukushima. Tuttavia, la Spagna ha preso una posizione diversa, autoescludendosi dall’accordo insieme alla Germania. Quali sono le implicazioni di questa decisione?

Un Cambiamento Storico nell’Energia Nucleare

Durante la COP28, paesi come Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Canada e Giappone, tra gli altri, hanno concordato di lavorare insieme per triplicare la capacità produttiva dell’energia nucleare. Questo cambiamento segna la fine di decenni di demonizzazione di questa fonte energetica e sottolinea la necessità di diversificare le strategie per combattere il cambiamento climatico.

L’energia nucleare, un tempo esclusa come fonte pulita, ora si posiziona come un elemento chiave nella transizione verso un futuro più sostenibile. Nonostante i benefici di questa decisione, l’assenza di Spagna e Germania solleva domande sulla coesione a livello globale su questo aspetto della transizione energetica.

Spagna e Germania: Eccezioni nell’Energia Nucleare

Anche se più di 20 nazioni hanno sostenuto l’aumento dell’energia nucleare, Spagna e Germania hanno scelto di non firmare l’accordo. Questi due paesi, unici al mondo con centrali nucleari, hanno deciso di chiudere i loro impianti, sfidando così la tendenza globale. La domanda chiave è: quali sono le ragioni dietro questa decisione e quale impatto può avere sui    loro obiettivi climatici?  

Mentre la maggior parte cerca una combinazione di energie rinnovabili e nucleari per ridurre le emissioni, Spagna e Germania hanno preso una strada diversa, diffidando del nucleare come parte della loro strategia climatica.

Il Ruolo della Banca Mondiale e la Presenza del Paraguay

I paesi firmatari hanno esteso l’invito a entità finanziarie come la Banca Mondiale per sostenere l’energia nucleare nelle politiche di prestiti energetici. Questo appello evidenzia il ruolo cruciale che l’energia nucleare può svolgere per raggiungere zero emissioni nette e realizzare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Inoltre, l’intervento del presidente del Paraguay alla COP28 aggiunge una prospettiva unica sull’approccio equo alle sfide climatiche. Il Paraguay, con il 100% della sua energia pulita e rinnovabile, si presenta come un esempio da seguire nella ricerca di uno sviluppo sostenibile senza influenzare eccessivamente la situazione energetica attuale.

La decisione della Spagna di autoescludersi dall’accordo per potenziare l’energia nucleare evidenzia la complessità delle strategie nazionali nella transizione energetica. 

Mentre alcuni paesi scommettono sul nucleare come componente chiave, altri, come la Spagna, cercano alternative. Qual sarà la via più efficace per affrontare il cambiamento climatico? La risposta potrebbe definire il futuro dell’energia e delle tariffe della luce a livello mondiale. In un mondo sempre più consapevole della necessità di soluzioni sostenibili, la diversificazione delle fonti energetiche si presenta come la chiave per un futuro più verde e resiliente.

Fonte: https://www.prontobolletta.it/news/cop28/ 

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

NUOVO PSI: NEL CENTRO STORICO DI MARSALA, C’E’ UNA STRADA CHE E’ ANCORA UNA TRAZZERA. LA VIA FRAZZITTA

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del segretario del Nuovo PSI Rosario Lunetto. …