sabato , 13 Luglio 2024

Daspo aggressore Steward in Palermo vs Brescia

COLPISCE CON UN PUGNO AL VOLTO UNO STEWARD: DASPATO PER CINQUE ANNI

Nell’ambito delle attività di prevenzione del fenomeno della violenza durante gli eventi sportivi, il Questore di Palermo ha disposto un provvedimento di divieto di accesso, della durata di cinque anni, ai luoghi dove si svolgono competizioni sportive (Daspo) nei confronti di un palermitano, ritenuto responsabile dell’aggressione ad uno steward avvenuta allo stadio Renzo Barbera, durante l’incontro di calcio tra Palermo e Brescia, valevole per il campionato di serie B, dello scorso 8 novembre.

Nel dettaglio, un tifoso del Palermo appartenente ad un gruppo ultras locale, dopo il regolare accesso allo stadio, era tornato nei pressi del tornello insistendo affinché il responsabile degli steward consentisse l’accesso ad appartenenti al proprio gruppo ultras, seppur privi di valido biglietto di accesso. Al diniego dell’addetto, il tifoso lo aveva colpito violentemente con un pugno ed era scappato, sottraendosi al personale di polizia nei pressi.

L’attività d’indagine avviata da personale della D.I.G.O.S di Palermo ha permesso, in breve, di risalire all’identità dell’aggressore; la consultazione dei sistemi di videosorveglianza dell’impianto sportivo, ne ha consentito il tempestivo riconoscimento.

L’uomo, rintracciato, è stato indagato in stato di libertà per il reato di lesioni personali e violenza o minaccia nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive, previsti dagli articoli: 6 quater legge 401/98 e 582 c.p. .

Adesso nei confronti del tifoso palermitano è stato emesso anche un provvedimento, di Daspo, all’esito di accurati accertamenti sviluppati dalla Divisione Anticrimine della Questura.

La misura interdittiva è volta, sia a prevenire nell’immediato il verificarsi di disordini nello svolgimento di manifestazioni sportive anche in considerazione della fitta calendarizzazione delle competizioni calcistiche, sia a contrastare i fenomeni di illegalità che pongono in serio pericolo la sicurezza e l’ordine pubblico.

E’ da sottolineare, per altro, che l’episodio di intemperanza è avvenuto nel contesto di una manifestazione sportiva, già considerata a rischio, secondo quanto indicato dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e quindi ha rischiato di innalzare ulteriormente il livello delle tensioni dell’evento al quale presenziavano numerosi tifosi tra cui anche famiglie con minori.

La misura di prevenzione interdittiva emessa, della durata complessiva di cinque anni nei confronti del tifoso, vieta di accedere negli impianti sportivi del territorio nazionale ove  si disputeranno tutte le manifestazioni calcistiche, anche amichevoli ampiamente pubblicizzate, dei Campionati italiani di serie “A”, “B” e ”C”  organizzati e disciplinati dalla FIGC, Lega Nazionale Dilettanti, nonché dei tornei nazionali organizzati dalla F.I.F.A e quelli di Champions League, Europa League, Coppa Intercontinentale e Conference League organizzati dalla U.E.F.A, TIM CUP e Supercoppa di Lega, e quelli della Nazionale Italiana di Calcio, Campionato Primavera, Coppa Italia Primavera, Supercoppa Primavera.

Il divieto riguarda, inoltre, i luoghi interessati alla sosta, al transito o al trasporto di coloro che partecipano od assistono alle medesime manifestazioni. 

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

RICERCATO IN CAMPO INTERNAZIONALE: ARRESTATO A TRAPANI DALLA POLIZIA DI STATO

Un trentenne, di nazionalità indiana, è stato tratto in arresto lunedì 8 luglio u.s. dalla …