venerdì , 14 Giugno 2024

Finestra verso la Romania: ad Alcamo la sesta edizione dell’evento che promuove l’intercultura

Favorire l’incontro tra due culture diverse, quella romena e quella italiana, attraverso la conoscenza reciproca di usi e costumi, tradizioni, arte, artigianato e gastronomia. È questo il fine dell’evento “Finestra verso la Romania, Bucovina saluta Sicilia”, promosso dall’Associazione Decebal & Traian che riunisce la comunità romena di Alcamo, finanziato dal Dipartimento per i Romeni all’Estero ed organizzato con il patrocinio del Consolato di Romania a Catania, in collaborazione con il Distretto Suceava, il Comune di Alcamo e CNA Trapani.

In programma- dal 29 settembre al primo ottobre, tra Piazza Ciullo e il Centro Congressi Marconi di Alcamo- l’inaugurazione del mercato dell’artigianato e della gastronomia romena, cooking show, concerti di musica popolare, una mostra di pittura, la proiezione di un film dedicato ad uno dei più grandi violinisti romeni, Ciprian Porumbescu ,una sfilata di moda.

“È  nostro desiderio- racconta Elena Ciobanu, Presidente dell’Associazione promotrice dell’evento- far conoscere la cultura romena all’Italia, e in particolare alla comunità alcamese con cui ci siamo integrati molto bene. L’obiettivo è quello di favorire scambi e relazioni proficue, economico- culturali, anche tra le istituzioni locali rappresentanti, e perché no, tra gli stessi cittadini, artigiani, cuochi, musicisti, artisti”.

Non a caso, gli artigiani provenienti da diverse zone della Romania creeranno un vero e proprio mercato condiviso con artigiani siciliani.

“CNA crede da sempre nelle sinergie e negli scambi proficui tra realtà diverse- aggiunge il Presidente di CNA Trapani, Giuseppe Orlando- abbiamo voluto fortemente coinvolgere una rappresentanza degli artigiani della nostra provincia perché pensiamo che questa ‘finestra verso la Romania’ possa essere un’opportunità anche per noi”.

L’evento, giunto alla sua sesta edizione, vedrà la partecipazione di una delegazione della Romania, e in particolare della Dott.ssa Carmen Liliana Iacob, Console generale di Romania a Catania, del consigliere provinciale della Bucovina, Cezar Ioja, del Capo Ufficio del Turismo della regione, Eugen Claudiu Bradatan, di Claudia Elena Balan, dell’Associazione Prodotto in Bucovina, del gruppo pop- opera Ad Libitum Voices, e di artigiani, artisti, manager e musicisti. Presenti anche il Sindaco di Alcamo Domenico Surdi, e i vertici di CNA Trapani, il Presidente Giuseppe Orlando e il Segretario Francesco Cicala.

L’edizione 2023 di “Finestra verso la Romania” prenderà il via venerdì 29 settembre, alle ore 17, con l’inaugurazione del mercato dell’artigianato e gastronomia romena in Piazza Ciullo, mentre nel Centro Congressi Marconi ci sarà alle 19.30 la presentazione ufficiale alla presenza dei rappresentanti istituzionali, e a seguire il concerto “Ciprian Porumbescu”, con la violinista Alexandru Semeniuc e la solista Antonia Gheorghisor, nonché l’apertura della mostra personale di pittura a cura di Silviu Dranga.

Sabato 30 settembre 2023, alle ore 19.30 in Piazza Ciullo, in seguito al saluto delle ufficialità romene e siciliane, l’apertura dello spettacolo artistico Ad Libitum Voices, con l’interpretazione dell’inno della Romania, e di quello dell’Italia, interprete Patricia Deheleanu, poi il concerto di musica popolare “Ansamblul “Ciprian Porumbescu” Suceava (artisti Sorin Filip e Lucica Paltineanu), il concerto di Alexandru Semeniuc e Antonia Gheorghisor, e una sfilata di moda con i costumi tipici tradizionali.Domenica 1 ottobre, sono in programma i cooking show dedicati alla gastronomia romena, alle ore 17 in Piazza Ciullo, con gli chef Mariana e Marcel Matrache. Mentre, dalle ore 19.30, sempre nella stessa piazza, avranno luogo tre concerti consecutivi: Ansamblul “Ciprian Porumbescu” Suceava, con gli artisti Sorin Filip e Lucica Paltineanu; Celestial Voices con Lorena e Patricia Deheleanu, infine il degno finale con “Ad libitum voices”.
Il mercato dell’artigianato e gastronomia sarà aperto al pubblico durante tutti e tre i giorni dell’evento, dalle ore 17 in Piazza Ciullo. Ad una delle serate musicali con artisti romeni interverrà anche il duo alcamese Calandra e Calandra.

In caso di meteo non favorevole, gli appuntamenti in programma si svolgeranno all’interno del Teatro Cielo d’Alcamo.
L’intero evento sarà filmato dalla Televisione Romena- TVRi.
E’ possibile reperire ulteriori informazioni dalla pagina Facebook dell’Associazione: https://www.facebook.com/asociatiadecebaltraian

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …