lunedì , 15 Aprile 2024

Marsala. VI Rassegna ‘a Scurata, il primo settembre Eugenio Bennato e Mario Incudine in scena con “Canti Briganti”

Il teatro a mare “Pellegrino 1880” venerdì 1 settembre alle ore 19,00, e poi di nuovo per un secondo spettacolo alle ore 21,00, accoglierà un concerto “rivelante” sul fenomeno del brigantaggio, che racconterà figure che la storia ufficiale non racconterebbe mai. Una letteratura minore degli eventi tra ‘800 e ‘900 in cui il brigantaggio fu la risposta violenta alla politica sbagliata del governo dopo l’unità d’Italia. Il tutto narrato in musica dalle voci di Bennato e Incudine, emblematiche dell’anima del sud

“Ci sono figure che la storia ufficiale non ci racconterebbe mai. Storie che sono diventate leggende, leggende che si sono fatte storia da tramandare oralmente. C’è tutta una letteratura minore che ha fatto la storia ufficiale e che è stata determinante per gli eventi più importanti soprattutto tra l’ottocento ed il novecento. Il fenomeno del brigantaggio fu la risposta violenta alla politica sbagliata del governo”. Sarà un concerto disvelante e rivelante quello che si terrà venerdì 1 settembre alle ore 19,00 e poi ancora alle 21,00 nel teatro a mare “Pellegrino 1880”, dal titolo “Canti Briganti”. Interpreti d’eccezione saranno Eugenio Bennato e Mario Incudine, che con il loro spettacolo chiuderanno il cartellone dellaVIRassegna “’a Scurata cunti e canti al calar del Sole” Memorial Enrico Russo, kermesse ideata e organizzata dal Movimento artistico culturale città di Marsala – M.A.C. con il patrocinio del Comune di Marsala e dell’Assemblea Regionale Siciliana.

“Dopo l’unità d’Italia – spiegano Bennato e Incudine – vi fu un rigetto nei confronti del governo da parte della povera gente del Meridione che affidò al canto e alla tradizione orale, la narrazione di queste storie. Al brigantaggio è legata la ancora attuale “questione meridionale”. Il repertorio dei canti e dei cunti che raccontano queste figure controverse e affascinanti, è ricco di preziose sfumature poetiche e letterarie. Il canto di Brigante se more, la fotografia di Ninco Nanco, il sorriso di Michelina Di Cesare”. Il tema è caro ad Eugenio Bennato che affronta la tematica del brigantaggio sin dai primi passi con i Musicanova e il disco “Brigante se more”, del 1981, diviene rapidamente la colonna sonora dell’epopea dei briganti del meridione: Eugenio Bennato riscrive la storia della resistenza ai Savoia, l’epopea dei “perdenti” che la narrazione dei vincitori ha sempre tenuto nascosta e silente”. Con Eugenio ci sarà Mario Incudine, artista siciliano noto per aver più volte affrontato con la sua arte le tematiche sociali, per un ribaltamento della storia ufficiale, dando voce agli ultimi, grazie allo studio dei cunti e dei canti tramandati oralmente, che il primo settembre prenderanno voce nell’antica Salina Genna, sul teatro ecosostenibile, isola d’arte nella Riserva naturale dello Stagnone. In scena, insieme ad Eugenio Bennato e Mario Incudine ci saranno anche i musicisti: Antonio Vasta, Pino Ricosta, Ezio Lambiase e alla voce Sonia Todaro.

BIGLIETTI zona A 30 euro e Zona B 25 euro + dp

Biglietti on line su https://mac.organizzatori.18tickets.it/event/27632

A proposito di Redazione

Il giornale si pone l’obiettivo di raccontare con assoluta trasparenza, un volto inedito della Sicilia; profumi, colori ma anche sfumature e ombre non ancora nitide di una terra in continuo mutamento. Esperti del settore che, attraverso le loro rubriche, racconteranno in modo inedito ed esclusivo una terra piena di risorse ma troppo spesso dimenticata. TriLEGGO vuole rappresentare un punto di riferimento unico per i visitatori del tempo che vorrebbero riportare nella loro mente i profumi e gli odori di una terra a tratti dimenticata. Ci occupiamo, inoltre, di fatti di attualità, cronaca, politica e sport senza sentirci fonte di informazione ma strumento dell’informazione. “Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura”, Pasolini.

Vedi anche

NUOVO PSI: NEL CENTRO STORICO DI MARSALA, C’E’ UNA STRADA CHE E’ ANCORA UNA TRAZZERA. LA VIA FRAZZITTA

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del segretario del Nuovo PSI Rosario Lunetto. …