domenica , 5 Febbraio 2023

Il Sindaco Grillo traccia un bilancio sul suo operato promettendo una Marsala migliore

Il sindaco di Marsala, On. Massimo Grillo, intervistato da Enzo Serra, per Canale2.com, traccia un bilancio sul suo mandato a due anni dall’insediamento, spiegando le difficoltà incontrate, i finanziamenti ottenuti e che molte responsabilità addossate a questa amministrazione sono invece problemi ereditati, come per esempio la cattiva progettazione della pista ciclabile, il contratto con l’ex Aimeri, oggi Energetikambiente, che presenta evidenti lacune e tanto altro ancora…. buona lettura…

Che 2022 è stato?

“L’aspetto più faticoso è stato quello di lavorare per mettere ordine, un aspetto che si vede poco ma la macchina non può funzionare se non si mette a punto. Noi abbiamo una struttura carente perché manchiamo di dirigenti, molti di questi sono andati in pensione, per ora ne abbiamo bravi e qualificati ma soltanto due. Ho lavorato anche 15-16 ore al giorno per il bene della città e abbiamo ottenuto finanziamenti importantissimi e impensabili.”

La piscina è chiusa e il sindaco pensa a fare una pista per cavalli…

“Bisogna guardare le carte e parlare con i dati oggettivi. Da una parte si chiede che si attenzionino le periferie e dall’altra di far funzionare l’esistente tra cui la piscina. Il finanziamento non consentiva la ristrutturazione della piscina per problemi di carattere idrogeologico, è chiaro che abbiamo optato per l’alternativa che era l’ippodromo, si tratta di un nuovo impianto sportivo di Scacciaiazzo da sempre una zona abbandonata.”

Pista ciclabile dello stagnone, abbandonata a sè stessa…

“Bisogna far parlare le carte, abbiamo recuperato il finanziamento per riaprire i canali della laguna dello stagnone per salvaguardarla, si sta accedendo anche a dei fondi per il trapianto di poseidonia da un contesto ad un altro, dando ossigeno all’ecosistema della laguna dello stagnone.

Questa pista è stata progettata male, lo si vede anche dalle mareggiate, e la pista è sommersa da alghe e acqua, andava concepita in maniera diversa, io prima di fare la pista ciclabile mi sarei organizzato creando strade alternative e parcheggi, quest’estate abbiamo cercato di fronteggiare a questo problema. Siamo in attesa dalla Regione dell’approvazione di una variante per collaudare l’opera e utilizzarla per come è. Cosa posso farci se l’ho ereditata cosi? L’investimento è così importante che se dovessimo perdere questo finanziamento il Comune sarebbe in grosse difficoltà. La pista ciclabile in questo luogo può pure starci ma è stata concepita male. E’ come costruire un palazzo a tre piani senza creare le scale.”

Mega parcheggio dello stadio, che avrebbe complicato la viabilità, mancano i bus elettrici…

“La mia amministrazione ha completato un’opera già esistente, che non poteva subire varianti pena l’esclusione dal finanziamento, salvo piccole modifiche per migliorare degli errori esistenti. Questo parcheggio ci consentirà di varare il piano di mobilità con bus elettrici, nell’ambito di una zona a traffico limitato a cui ci dobbiamo abituare, come in tutte le città all’avanguardia, una città ecosostenibile. Bisogna prendere l’auto sempre meno per brevi tragitti, soprattutto per spostarci al centro, infatti sorgerà un’altra pista ciclabile urbana.”

L’Hub turistico funziona?

“Abbiamo una progettazione interessante per la parte che va dal Monumento ai Mille fino ad arrivare nell’area archeologica. Nascerà un hub turistico. Immaginiamo un’area parcheggio nella zona del Monumento ai Mille e poi la possibilità di utilizzare navette, abbiamo ottenuto un finanziamento per migliorare la zona. Il rallentamento delle auto, grazie a quella sopraelevata, è perché bisogna andare a 20 km/h per permettere ai pedoni di transitare senza rischiare che avvengano incidenti. E’ in arrivo un finanziamento per arredare il Monumento ai Mille, e poi si procederà con nuovi itinerari turistici, con il Museo del Vino, di cui abbiamo ricevuto un finanziamento, San Pietro, che stiamo ristrutturando, Villa Cavallotti che stiamo arredando e riqualificando. L’altra parte dell’informazione turistica sarà il gioiello di riferimento rappresentato dalla Laguna dello stagnone con il Welcome inaugurato recentemente.”  

Raccolta differenziata, discariche disseminate nel territorio…

“Abbiamo ereditato un contratto, che scadrà tra tre anni, che se da un lato, grazie ai mastelli, ci ha permesso di essere premiata come una città virtuosa per l’alta percentuale di differenziata, dall’altra parte questo piano rifiuti ha evidenziato anche delle criticità sulle quali possiamo al momento fare poco, proprio perché il contratto scadrà tra tre anni circa, dopo bisognerà correggerlo. Abbiamo, comunque, integrato qualcosa da un punto di vista finanziario per quanto riguarda la scerbatura, il territorio di Marsala è molto vasto, due volte Milano, ed è difficile curarlo. Abbiamo lavorato poi sulla repressione per scoraggiare l’abbandono dei rifiuti, con la sistemazione di diverse telecamere, premieremo anche il cittadino che è in regola con le imposte. Abbiamo acquistato decine di telecamere che stiamo per installare, per avere una mappatura del territorio per monitorarlo al meglio. Bisogna far scattare un altro aspetto però, quello culturale, per far capire che bisogna avere cura della propria città.”

Problema passaggi a livello

“Quello che è nei miei poteri è fare delle note di contestazione, ma il problema è che non abbiamo rappresentanti in Parlamento, per farci sentire con forza e ci dobbiamo anche interrogare su questo.”

Porto di Marsala…

“Finalmente si è ottenuto il finanziamento per la progettazione esecutiva del porto di Marsala per 60milioni di euro. E’ prossima l’aggiudicazione della gara per riavviare l’iter, purtroppo sospeso per tutto quello che è accaduto nel passato per l’accordo saltato con la MYR.”

Padiglione malattie infettive…

“Rimango sempre ottimista, veri sono i ritardi, non attribuibili alla mia amministrazione, però stiamo sollecitando e spingendo per completare quest’opera, perché Marsala è stata individuata come centro strategico per la cura delle malattie infettive.”

Marsala alla bit, l’amministrazione non sa comunicare secondo alcuni consiglieri…

“Io vorrei sapere cosa si faceva in passato, stiamo programmando, ci vuole un po’ di pazienza, capisco che su di me le aspettative sono tante. Rispetto al passato ci sono dei passi in avanti, forse non si vedono, ma ci sono grazie ai finanziamenti ottenuti, la partecipazione alla BIT, i rapporti creati con Pompei, gli itinerari enogastronomici che stiamo portando avanti… c’è bisogno di tempo per una macchina amministrativa molto lenta.”

Che 2023 sarà…

“Per i finanziamenti si vedrà poco perché per i cantieri ci vorrà ancora tempo, abbiamo ottenuti finanziamenti per 20 milioni di euro, è chiaro che ci vuole tempo, ma da quest’anno si inizierà a raccogliere il frutto della mia amministrazione.”

L’intervista completa la trovate cliccando questo link

https://www.facebook.com/watch/live/?extid=CL-UNK-UNK-UNK-IOS_GK0T-GK1C&mibextid=2Rb1fB&ref=watch_permalink&v=837397343993595

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Elezioni amministrative, si vota il 28 e 29 maggio. Alle urne 1,4 milioni di siciliani in 129 Comuni

Fissate le date del voto per le ammnistrative di primavera. Domenica 28 e lunedì 29 …