mercoledì , 5 Ottobre 2022

GUARDIA DI FINANZA SIRACUSA: LENTINI SCOPERTO PROFESSIONISTA CHE OMETTE DI DICHIARARE CIRCA 300.000

La Tenenza della Guardia di Finanza di Lentini, nell’ambito dell’attività istituzionale volta alla tutela delle
entrate pubbliche annualmente tracciata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa, retto dal Col. t.ST Lucio Vaccaro, ha recentemente ultimato una verifica fiscale nei confronti di un professionista
operante nel settore della medicina di base avente sede nel circondario aretuseo. I contribuenti connotati dai più elevati profili di rischio di evasione vengono individuati sulla base di una mirata attività di intelligence, di
controllo economico del territorio nonché di una specifica analisi del rischio. In questo modo si è giunti
all’individuazione del professionista (con quasi mille assistiti) che esercitava prevalentemente l’attività di
medico di base in convenzione con il Servizio Sanitario Regionale. Questi, nonostante sia stato destinatario delle certificazioni da parte dell’ASP di Siracusa, ha omesso la presentazione delle dichiarazioni annuali dei redditi per gli anni dal 2018 al 2021. La meticolosa attività ispettiva condotta dalle Fiamme Gialle lentinesi, attraverso la puntuale ricostruzione del reddito complessivo conseguito dal professionista, ha permesso di constatare una rilevante evasione fiscale di elementi positivi di reddito per circa 300.000 euro, a fronte dei quali si è determinato un mancato versamento di imposte dirette per quasi 50.000 euro. L’esito dell’attività è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate. L’evasione fiscale costituisce un grave ostacolo allo sviluppo economico perché distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli. Da qui l’importanza dell’azione “chirurgica” svolta dalla Guardia di Finanza contro gli evasori totali e i frodatori.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

TRAPANI: ARRESTATI DUE PREGIUDICATI PER CONCORSO IN ESTORSIONE E TURBATA LIBERTÀ DEGLI INCANTI CON METODI MAFIOSI

Alle prime ore di stamattina, a Paceco (TP), i militari del Nucleo Investigativo del Comando …