martedì , 9 Agosto 2022

PALERMO:  LA POLIZIA DI STATO RINTRACCIA GLI AUTORI DI UNA AGGRESSIONE DEGENERATA IN RAPINA ED IN UN TENTATIVO DI ESTORSIONE AGGRAVATI DA OFFESE RAZZIALI

La Polizia di Stato ha dato esecuzione a due misure di custodia cautelare, emesse dal Tribunale di Palermo, nei confronti di un uomo ed una donna palermitani, ritenuti responsabili dei reati di tentata estorsione in concorso e rapina consumata aggravati da offese a sfondo razziale.

Gli episodi delittuosi si riferiscono a circostanze occorse nel dicembre scorso, nella fattispecie i due soggetti si erano recati presso una struttura ricettiva del centro storico palermitano, per richiedere una camera.

Il dipendente della struttura alberghiera, aveva chiesto loro il pagamento della stanza e i due soggetti, al fine di ottenere un prezzo più basso, avevano dato vita ad una lunga sequela di  minacce ed insulti facendo ricorso a termini dal chiaro connotato razzista. Di fronte al diniego dell’ addetto alla reception, avevano continuato ad inveire contro di lui allo scopo di ottenere le chiavi della camera e, nel momento in cui il dipendente aveva cercato di contattare le Forze dell’ Ordine da un telefono fisso, i due aggressori ne avevano frustrato il tentativo: con violenza e minaccia, dapprima avevano fatto cadere il telefono utilizzato dal dipendente per la richiesta di aiuto, poi lo avevano aggredito fisicamente con pugni al volto ed alla schiena spingendolo in una stanza limitrofa al banco reception e sottraendogli il telefono cellulare.

I due provvedimenti cautelari scaturiscono dalle indagini condotte dagli agenti del Commissariato di P.S. “Centro”, che, attraverso l’ acquisizione delle immagini delle telecamere installate sul posto e a fronte delle dichiarazioni rese dalla vittima, hanno portato   alla tempestiva identificazione degli autori dei fatti contestati.

Giova precisare che gli odierni destinatari di misura restrittiva, sono, allo stato, indiziati, in merito ai reati contestati e che la loro posizione sarà definitiva solo dopo l’emissione di una, eventuale, sentenza passata in giudicato, in ossequio al principio costituzionale della presunzione di innocenza.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

VELA – Conclusi i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto organizzati dalla Società Canottieri Marsala

Circa 116 Optimist hanno colorato la costa di mare marsalese durante il fine settimana appena …