domenica , 21 Luglio 2024

“Buon lavoro Presidente Mattarella, grazie per la disponibilità a proseguire il suo mandato e per la testimonianza di servizio alle istituzioni e al Paese”

Gli auguri dell’Arcivescovo di Palermo Mons. Corrado Lorefice a Sergio Mattarella, eletto per un secondo mandato Presidente della Repubblica. Il richiamo ai valori espressi nella Costituzione.

Da Arcivescovo di Palermo e a nome di tutta la comunità palermitana, sento oggi di voler esprimere un senso di profonda gratitudine al Presidente Sergio Mattarella, che tutti noi sentiamo con orgoglio e con affetto innanzitutto come nostro concittadino, oltre che come testimone esemplare di un modo di intendere il proprio servizio pubblico.
Al Presidente Mattarella rivolgo un sincero messaggio di vicinanza e un augurio di buon lavoro, ringraziandolo per la sua disponibilità a proseguire un mandato che oggi garantisce le condizioni di stabilità necessarie affinché la politica e le istituzioni restino concentrate sulle gravi priorità da affrontare per il nostro Paese, prime tra tutte le conseguenze della pandemia che colpiscono innanzitutto le fasce più deboli della società.
Questa responsabilità che ci chiama tutti ad un cammino comune è a tutti gli effetti di autentica ‘sinodalità’, per una convivenza civica e democratica che sia anche consapevole garante di quella solidarietà politica, economica e sociale che è al centro della nostra Costituzione.

A proposito di Redazione

Il giornale si pone l’obiettivo di raccontare con assoluta trasparenza, un volto inedito della Sicilia; profumi, colori ma anche sfumature e ombre non ancora nitide di una terra in continuo mutamento. Esperti del settore che, attraverso le loro rubriche, racconteranno in modo inedito ed esclusivo una terra piena di risorse ma troppo spesso dimenticata. TriLEGGO vuole rappresentare un punto di riferimento unico per i visitatori del tempo che vorrebbero riportare nella loro mente i profumi e gli odori di una terra a tratti dimenticata. Ci occupiamo, inoltre, di fatti di attualità, cronaca, politica e sport senza sentirci fonte di informazione ma strumento dell’informazione. “Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura”, Pasolini.

Vedi anche

“Il mare colore dei libri”: tutti gli incontri

Dal 26 al 28 luglio San Pietro ospiterà il Festival che promuove l’editoria contemporanea E’ …