lunedì , 23 Novembre 2020

Parole, parole, parole: “Fittivo”

Cecilia Catalano

Fittivo– Derivato del latino fictus, participio passato di fingĕre, ovvero «creare con l’immaginazione», dunque «immaginare».

Possiamo riferire questo aggettivo a qualsiasi cosa stuzzichi o vada a sollecitare la nostra immaginazione.

In ambito letterario Gabriele D’Annunzio utilizzò il termine in senso passivo riferendosi ad una vita che sembra rapire la protagonista del suo romanzo “Il Fuoco”, in cui leggiamo «le sembrò di essere sollevata in una specie di vita fittiva, intensa e allucinante».

A proposito di Nicola Donato

Fin da piccolo mi appassionò molto il mondo del giornalismo, tanto da fondare a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore.

Vedi anche

Accadde oggi – 23 Novembre

Il 23 novembre del 1248 le truppe cristiane guidate da re Ferdinando III di Castiglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *