domenica , 21 Luglio 2024

Giuseppe Aleo nominato componente CdA dell’Istituto regionale Vite, Vino e Olio di Sicilia

Giuseppe Aleo, presidente Copagri Trapani, è stato nominato con delibera della Giunta regionale siciliana quale componente del Consiglio di amministrazione dell’Istituto Regionale Vite, Vino e Olio di Sicilia  (IRVOS). 

L’Istituto Regionale, istituito nel 1950,   è nato come ente pubblico al servizio della vitivinicoltura siciliana, preposto alla tutela, evoluzione e promozione della produzione vitivinicola siciliana. 

Aleo, presidente provinciale Copagri (Confederazione produttori agricoli) nonché componente Giunta Regionale Copagri, 65 anni, di Partanna, è stato nominato all’IRVOS con deliberazione della Giunta Regionale del 23 luglio scorso, dietro proposta del Presidente Regionale Copagri Sicilia  Natale Mascellino e ratifica della Giunta Regionale Copagri. 

“Non è mai troppo tardi – afferma Aleo -, prima o poi arriva una nomina tanto importante, giunta dopo oltre 35 anni di attività politico-sindacale nei settori principali del segmento produttivo agricolo siciliano. Attraverso la formazione, l’innovazione e ricerca desidero contribuire a rafforzare i settori olivicoli e vitivinicoli per un loro riconoscimento internazionale soprattutto valorizzando le produzioni autoctone, disegnando le zonalizzazioni del settore vitivinicolo siciliano”. 

Giuseppe Aleo si occupa da oltre tre decenni dei settori trainanti dell’economia agricola siciliana, in particolare del settore olivicolo e soprattutto vitivinicolo, raggiungendo risultati relativi agli accordi interprofessionali ottenuti con il Consorzio di tutela di Pantelleria. Tra il 2011 e 2013 ha sottoscritto un accordo con gli industriali del settore viticolo Marsalesi sul “prezzo minimo garantito”.

E’ stato l’artefice per il riconoscimento della DOC Erice e Salaparuta. Ha contribuito nell’indirizzare l’IGP indicando il nome “terre siciliane“ dopo l’approvazione della DOC Sicilia.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

“Il mare colore dei libri”: tutti gli incontri

Dal 26 al 28 luglio San Pietro ospiterà il Festival che promuove l’editoria contemporanea E’ …