domenica , 12 Luglio 2020

Altro macigno per il Marsala calcio

L’esperienza da presidente del Marsala, per l’imprenditore palermitano Domenico Cottone, possiamo definirla nefasta. Vogliamo analizzare, in ogni caso, questi undici mesi di gestione societaria da presidente nella maniera più oggettiva possibile, elencando esclusivamente i fatti e riconoscendo anche che nella stagione precedente aveva dato il suo decisivo apporto per permettere l’esaltante conclusione stagione 2018/19 culminata con i play off.

Quella appena terminata non possiamo che definirla fallimentare visto che dal punto di vista sportivo è arrivata una retrocessione seppur ingiusta e la situazione societaria appare allarmante con tanti debiti mai ripianati. Pare infatti che le vertenze di cui si parlava tanto dei calciatori Bonfiglio, Tripoli e Lo Nigro non siano state chiuse e i tesserati della stagione appena terminata vantano almeno quattro mensilità. Adesso sulla società marsalese si è abbattuto un altro macigno. Ricordiamo intanto che Cottone non è più presidente del Marsala ma rimane azionista di maggioranza, anche se le quote per ora sono state sequestrate dal Tribunale di Palermo, prima di SCOPRIRE DI QUALE MACIGNO STIAMO PARLANDO, è giusto anche sottolineare che non vogliamo mettere in croce Cottone quale capro espiatorio, perchè in una società quando si sbaglia lo si fa tutti assieme ma non è un mistero che dal novembre scorso tra la cordata marsalese e quella palermitana si era creata un’insanabile frattura. Adesso veniamo al già citato macigno…

Il Tribunale Federale Nazionalesi è pronunciato nella riunione fissata il 19 giugno 2020, a seguito del Deferimento n. 12485/593pf19-20/GC/GT/mg del 22.05.2020 a carico del sig. Domenico Cottone e della società SSD Marsala Calcio arl, irrogando le seguenti sanzioni:

  • per il sig. Cottone Domenico, mesi 6 (sei) di inibizione;
  • per la società SSD Marsala Calcio arl, punti 1 (uno) di penalizzazione, da scontarsi nel corso della stagione sportiva 2020 / 2021, oltre ad € 1.500,00 (millecinquecento/00) di ammenda.

Andiamo a scoprire il perchè.

“Dichiarazioni rese dal sig. Domenico Cottone, Presidente della SSD Marsala Calcio a r.l. riportate sul sito www.solosavoia.it del 23.1.2020 relative a favoritismi di cui godrebbe la Società Palermo SSD”.

Eccole:

il sig. Cottone Domenico nel corso di un’intervista pubblicata in data 23.1.2020 sulla testata giornalistica web “www.solosavoia.it”, con riferimento alla classe arbitrale ed alla società SSD
Palermo utilizzava le seguenti testuali espressioni: “E’ sotto gli occhi di tutti che il Palermo è favorito dagli arbitri, nel dubbio il fischio è sempre a loro favore. Domenica con il Roccella hanno annullato un gol ai calabresi senza motivo, si era parlato di palla uscita, di fuorigioco, ma in
realtà non c’era nulla, il portiere palermitano era uscito a farfalla e il gol era regolarissimo”, “Loro ogni domenica se c’è bisogno ricevono l’aiutino, è capitato contro di noi sia all’andata che al ritorno. C’è Felici che cerca sempre di entrare in area per fare il solito tuffo, tanto l’arbitro
fischia rigore. Domenica il Savoia contro il Marina di Ragusa si è visto negare un rigore nettissimo, vi dico che se al posto dei bianchi ci fosse stato il Palermo quel rigore veniva fischiato”, “Il
Palermo per essere iscritto al campionato ha dovuto versare alla lega ben 1 milione di euro. E’ come se avesse pagato il lasciapassare per la C. Lo dico con convinzione”, “Concordo con quanto avete scritto anche quando avete affermato che sarebbe giusto che queste nobili blasonate fallite dovrebbero ripartire dalla C. E’ giusto perché tanto le ‘mandano’ in ogni modo
in C”

Li Causi, detentore del pacchetto azionario di minoranza del Marsala calcio

A proposito di Nicola Donato

Nutrii la passione per il giornalismo fin da piccolo. A scuola, infatti, fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". Era una raccolta di ricerche e temi svolti durante l'attività scolastica. Nei primi anni '90, ancora minorenne, appoggiai mio padre nella conduzione di programmi radiofonici di carattere sportivo. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Scrivevo per un quotidiano di carattere provinciale dal nome "Il Corriere Trapanese". Iniziai, subito dopo, a condurre trasmissioni televisive di sport presso l'emittente marsalese "Canale 2" occupandomi anche delle telecronache del Marsala calcio. Dal 2014 sono direttore della rivista periodica "Leggo Città Marsala" e dall'ambito sportivo sono passato ad occuparmi anche di politica e cronaca. (www.leggocittamarsala.it). Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore.

Vedi anche

Conte annuncia: possibile proroga dello stato di emergenza a tutto il 2020

Il premier Giuseppe Conte conferma quello che tecnici di istituzioni e ministeri davano ormai per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *