lunedì , 27 Giugno 2022

#Iorestoacasa- I casi in Sicilia

È proprio così, l’irrazionale attacco di panico che ha provocato l’esodo in massa dalle zone rosse del contagio verso quelle a più bassa diffusione del virus ha costretto il governo a modificare ulteriormente il Decreto del 23 febbraio 2020 rendendo l’intera penisola “Zona Protetta” senza fare distinzione in aree.

Siamo messi proprio maluccio se Conte, al pari di un padre apprensivo che capisce di avere una prole un po’ tarda, è costretto ad ampliare un decreto a un’intera nazione perché il senso civico della popolazione che rappresenta è praticamente inesistente.

Il COVID-19 ha una capacità di contagio estremamente alta, il che lo rende pericoloso per due motivi: il primo è che ancora non esiste un antivirale specifico e il secondo è che a seconda del soggetto che lo contrae il virus può mutare assumendo così o i sintomi classici di un’influenza o quelli della sindrome respiratoria acuta grave, anche denominata appositamente SARS-CoV-2. (Sito della Humanitas https://www.humanitas.it/news/25690-coronavirus-cose-lepidemia-coronavirus-sars-cov-2)

La preoccupazione del governo con l’estensione dell’emergenza in tutta la penisola è sia epidemiologica, per evitare i contagi, sia logistica.

L’eventuale aumento dei casi, soprattutto quelli che richiedono il trattamento in terapia intensiva, espone il sistema sanitario nazionale al rischio di collasso.

Se già è saturo il sistema sanitario lombardo, il più efficiente della penisola, figuriamoci, in potenza, come potrebbe essere quello di piccoli centri numericamente non predisposti ad affrontare un’emergenza sanitaria di tali proporzioni.

I dati delle 17.00 di oggi, 10/03/2020 della Protezione Civile, parlano di 8.514 contagiati, 529 in più rispetto a lunedì. Mentre il totale dei guariti è di 1.004.

Dati della Protezione Civile del 10/03/2020

Ma vediamo qual è la situazione nella nostra regione.

La Sicilia riporta l’analisi di 955 tamponi effettuata tra le Aziende Ospedaliere Policlinico di Catania e Palermo. 881 i casi risultati negativi, 12 invece in attesa della controprova.

Dei 62 casi rimanenti, i cui campioni sono stati trasmessi all’ISS, 16 sono stati confermati: cinque a Palermo e undici a Catania. I ricoveri sono 19, divisi tra le provincie di Palermo (7), Catania (5), Messina (2), Caltanissetta (1), Agrigento (3) ed Enna (1). Uno in terapia intensiva in via precauzionale.

I restanti 41 si trovano in isolamento domiciliare.

Due pazienti sono guariti.

Aggiornamento in Sicilia del 10/03/2020

(Sito della Regione Sicilia: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_ArchivioLaRegioneInforma/PIR_AggiornamentosituazioneSicilia)

#Iorestoacasa è sia un decreto sia un appello affinché il rischio di contagio si abbassi.

La democrazia in cui viviamo invita tramite decreto a restare dentro le mura domestiche.

La democrazia in cui viviamo sconosce i metodi coercitivi, seppure efficaci, della Repubblica Cinese, per cui si appella al buonsenso della popolazione.

Stare a casa è l’unico modo per interrompere la catena di diffusione. Per fare sì che questo virus scompaia.

Per favore, è una preghiera, l’ennesima che sentirete e leggerete, ma non prendetela sottogamba.

Non uscite di casa.

Se non strettamente indispensabile. Fatelo per voi stessi e per le persone che amate, per l’Italia.

#Iorestoacasa.

Il virus si uccide interrompendo la catena.

Chi accusa i sintomi, per favore, non si diriga da nessuna parte.

Chiami il proprio medico curante.

Il 1500.

O i numeri verdi regionali, per la Sicilia: 800-45-87-87

A proposito di Alessandra Bonanno

Siciliana a 360°: padre catanese e madre marsalese. Fuoco dell’Etna nelle vene, vento tra i capelli e sale nel cuore. Sono una traduttrice professionista laureata presso l’Istituto per Interpreti e Traduttori di Trento e attualmente immatricolata all’Università di Catania in Global Politics and Euro-Mediterranean Relations. Credo che il mondo sia un grande teatro, con miliardi di attori, l’attualità è il loro palcoscenico. Sono una profonda sostenitrice della verità, anche quella più scomoda e dei fatti, raccontati nella maniera più oggettiva possibile.

Vedi anche

Un caro augurio a tutte le mamme del Mondo…

Mamma  La festa della mamma è una ricorrenza civile in alcuni Paesi del mondo, celebrata in onore …