venerdì , 14 Giugno 2024

Marsala: una rapinatrice finisce in manette

Nella giornata del 23 dicembre 2019, personale del Commissariato di P.S. di Marsala ha dato esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Trapani, nei confronti di CAPPITELLI Anna, classe 1972, condannata per i delitti di sequestro di persona, rapina aggravata e lesioni personali aggravate in concorso, reati commessi in data 15 settembre 2017 nei confronti di un anziano cittadino tunisino.

All’epoca, la stessa, unitamente ad altri due soggetti, rendendosi protagonista di un’azione violenta e con uso di armi, si impossessava della somma di € 1.500,00 che l’anziano custodiva all’interno del portafoglio. Per intimorire la vittima, il gruppo utilizzò, nei confronti del vegliardo, un bastone ed un coltello, procurando all’uomo diverse ferite da taglio in numerose parti del corpo ed una frattura alla mano. Nella circostanza, l’anziano venne trattenuto, contro la sua volontà, in una zona appartata nei pressi della via Salemi.

Nelle ore successive, grazie al lavoro minuzioso dei poliziotti del Commissariato di P.S. di Marsala, si riusciva ad avere contezza di particolari che risultavano importantissimi ai fini del prosieguo dell’attività di indagine. Gli agenti riuscivano, infatti, ad identificare due degli  autori della rapina i quali, dopo incessanti ricerche, venivano rintracciati e sottoposti a fermo di P.G., misura convalidata dall’Autorità Giudiziaria.

Dopo un iniziale periodo trascorso in regime di custodia cautelare in carcere, solo la CAPPITELLI aveva ottenuto la misura degli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, misura quest’ultima, in più occasioni, violata.

A seguito della condanna e dell’odierno ordine di esecuzione, la CAPPITELLI, nella giornata di ieri, dopo le formalità di rito, è stata tradotta presso la Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo, per scontare la pena residua di 4 anni per i gravi fatti sopradescritti.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …