venerdì , 14 Giugno 2024

L’OSPEDALE DI MAZARA SI CONFERMA DEA DI PRIMO LIVELLO

“Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione definitiva dell’atto aziendale dell’Asp di Trapani che conferma l’ospedale di Mazara del Vallo ‘Dea di Primo Livello’ e configura in struttura complessa la chirurgia ad indirizzo oncologico del nosocomio mazarese. In un’ottica di rete ospedaliera provinciale, l’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo assume un ruolo di grande importanza e ciò è frutto della sinergia istituzionale creatasi tra la Città ed il direttore generale dell’Asp Fabio Damiani, che insieme ai suoi collaboratori ha fatto un lavoro egregio”.

Lo hanno detto il sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci ed il presidente del consiglio comunale Vito Gancitano, esprimendo soddisfazione per il varo definitivo dell’atto aziendale dell’Asp di Trapani che, a seguito dell’incontro svoltosi presso l’Assessorato regionale alla Salute, le osservazioni ed integrazioni alla bozza di piano aziendale, ha deliberato formalmente l’atto con delibera n. 3237 del 17 dicembre 2019.

L’ospedale di Mazara del Vallo si conferma struttura “Dea” di primo livello ed è destinata a divenire un polo oncologico d’eccellenza. Infatti oltre alla conferma quali strutture complesse di: oncologia, ostetricia e ginecologia, anestesia e rianimazione, pronto soccorso, medicina generale, unità coronarica Utic e neurologia, si registrano le seguenti positive novità: 

la chirurgia generale
, già fiore all’occhiello della sanità siciliana, diviene “struttura complessa”.

Passa da struttura semplice a struttura dipartimentale la radiodiagnostica, raggiungendo un livello di autonomia ottimale.

Diventa struttura dipartimentale anche la direzione sanitaria, con un’ulteriore verifica in corso legata ad un possibile miglioramento rispetto al collegamento con la struttura di primo livello.

Anche la pediatria, con il nuovo atto aziendale, passa da semplice a dipartimentale con la nuova denominazione “Pediatria, neonatologia e nido”.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …