venerdì , 14 Giugno 2024

Il marsalese Pietro Russo, primo enologo Master of Wine italiano sabato prossimo 25 maggio la presentazione alla citta’

Nelle scorse settimane l’enologo marsalese Pietro Russo, 38 anni, ha ricevuto il più importante riconoscimento al mondo fra gli esperti del Vino. Si tratta del prestigioso titolo di “Master of Wine”.

“Siamo fieri e orgogliosi di questo prestigioso riconoscimento assegnato al nostro conterraneo Pietro Russo – precisano il Sindaco Massimo Grillo e l’Assessore al Turismo Salvatore Agate. Come Amministrazione patrociniamo questa iniziativa di presentazione del nuovo Master of Wine italiano alla collettività.

Pietro Russo 38 anni, siciliano di Marsala, primo fra gli enologi,  è il terzo italiano a ricevere questo importantissimo riconoscimento dopo quelli di Gabriele Gorelli da Montalcino (Siena) e Andrea Lonardi dalla Valpolicella (Verona)

Il maggiore riconoscimento al mondo per gli esperti del vino, viene conferito dal britannico Institute of Master of Wine.

Dopo che per decenni l’Italia non era mai riuscita a ottenere il riconoscimento per nessun proprio rappresentante ecco che nel giro di pochi anni è già arrivata a quota tre.

I paesi in cui ci sono più Masters of Wine sono Australia (26), Canada (10), Francia (18), Germania (10), Nuova Zelanda (15), Regno Unito (208) e Stati Uniti (58). E adesso l’Italia ne ha 3.

Pietro Russo sarà presentato il 25 maggio p.v. alle ore 16,00 presso il complesso monumentale S. Pietro.

Alla iniziativa coordinata e moderata da Giacomo Alberto Manzo, parteciperanno Gaspare Sinacori del G.A.I. (Guardia Agroforestale Italiana),  Gaetano Aprile, Direttore dell’Istituto Regionale Vino e Olio, Salvatore Lombardo, Presidente della strada del Vino di  Marsala – Terre d’Occidente, Roberto Ragona dell’Azienda Canino S.r.l. SB nonché il Sindaco Massimo Grillo. Sarà lo stesso Pietro Russo a concludere i lavori.                                                            

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Una marsalese al G7 di Puglia 2024

Un po’ di marsala anche al G7 di oggi. E’ la marsalese Barbara Maria classe …