mercoledì , 28 Febbraio 2024

La giovane imprenditrice Rosi Napoli, scelta come responsabile del comparto Lady Chef di Casa Sanremo per la Sicilia

La Presidente Ristoratori di CNA Trapani, la giovane imprenditrice Rosi Napoli, è stata scelta come responsabile del comparto Lady Chef di Casa Sanremo per la Sicilia. Insieme ad altre chef corregionali è in partenza alla volta di Sanremo per rappresentare l’arte culinaria tipica siciliana nelle cucine della Casa del Festival.

“Orgogliosi che una nostra dirigente- commentano il Segretario e il Presidente di CNA Trapani, Francesco Cicala e Giuseppe Orlando- possa rappresentare la nostra Organizzazione, oltre che la nostra arte culinaria, ad un evento di grande traino culturale e turistico qual è il Festival di Sanremo”.

CNA Trapani, che negli ultimi anni è sempre più impegnata a sostegno delle imprese del settore dell’agroalimentare e della ristorazione- che per altro rappresentano il maggior numero di associate- tiene a sottolineare anche l’importanza del lavoro sinergico con altre realtà associative, e in particolare con l’Associazione Italiana Cuochi, che vede la cooperazione anche tra i rispettivi organismi territoriali.

“Insieme perseguiamo l’obiettivo di valorizzare le nostre specialità gastronomiche e tutte le eccellenze made in Sicily che contribuiscono alla realizzazione delle nostre tipicità”.

La rèunion delle ladies chef a Sanremo, organizzata per il terzo anno consecutivo dalla Federazione Italiana Cuochi, riunisce circa 70 chef  provenienti da tutte le regioni d’Italia, che delizieranno con i loro piatti i vip, i cantanti e gli ospiti del Festival della Canzone Italiana.

 “Sicuramente promuoveremo i piatti tipici della tradizione siciliana, tenendo conto però anche del fatto che non possiamo appesantire troppo i cantanti che devono esibirsi- anticipa sorridendo Rosi Napoli- Alla coordinatrice nazionale dell’Unione Cuochi proporremo, tra gli altri, un antico piatto povero siciliano qual è l’insalata di finocchi e arance, con una colatura di acciughe, poi una tartare di gambero rosso di Mazara e, immancabile, la cassatella trapanese. Sarà interessante avere i responsi dei vip non siciliani, e divertente confrontarsi sui sapori e gli odori tipici della nostra isola con i vip che, invece, la Sicilia la conoscono bene, magari con gli stessi Fiorello e Amadeus”.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

SI INSEDIA A TRAPANI IL NUOVO VICARIO DEL QUESTORE: È CONO INCOGNITO

Mercoledì 21 febbraio si è insediato il nuovo Vicario del Questore di Trapani, Primo Dirigente …