giovedì , 22 Febbraio 2024

Lidia Schillaci e le donne di “Futura” chiudono il tour estivo al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo

Al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo ieri sera, domenica 17 settembre, una platea emozionata e numerosissima tra turisti e cittadini ha accolto l’ultima replica della tournée estiva di “Futura, donne per Lucio”, il recital omaggio a Lucio Dalla ideato dalla cantautrice Lidia Schillaci, che sul palco è accompagnata dalla Women Orchestra.
“Il nostro tour estivo- ha dichiarato la Schillaci, artista nota a livello internazionale, non poteva concludersi in modo migliore se non al Festival dell’Integrazione Culturale. Fin dal primo concerto, uno dei miei obiettivi è stato quello di trasmettere al pubblico la sensibilità e la profonda umanità dell’essere, di cui sono impressi i testi di Lucio Dalla, di raccontare la sua libertà d’espressione, di andare oltre i pregiudizi e gli stereotipi sociali in una chiave tutte mia”.
Futura- un concerto unico nel suo genere in cui la pop music di Lucio Dalla si fonde perfettamente con i suoni di un’orchestra sinfonica e di una band pop tutta al femminile, in uno spettacolo che ha insita in sé la libertà espressiva tipica del jazz- vuole dare al contempo un messaggio importante di emancipazione femminile reale, “da cui ancora la nostra società è molto lontana”.
“Non a caso- dice ancora la Schillaci- ho voluto puntare sul talento di artiste tutte donne, circa venti tra coriste e musiciste, che sui vari palchi sono riuscite a portare incanto e magia al pubblico, con la loro bravura e capacità di esprimere una particolare energia, tutta al femminile”.
Entusiasta anche la Direttrice della Women Orchestra, la giovane e talentuosa Alessandra Pipitone. “Abbiamo registrato il sold out e registrato l’apprezzamento del pubblico ad ogni serata del tour- dichiara- un successo che non ci aspettavamo”.
“La volontà di esibirci partendo dai luoghi più belli della Sicilia- continua la Pipitone- non è casuale. Significa non solo affermare la nostra identità, le nostre radici, ma anche dire, grazie alla nostra arte, che abbiamo il diritto, soprattutto noi donne, di poter esprimere e realizzare il nostro potenziale anche in una terra difficile come la nostra”.

La scaletta ideata da Lidia passa da Futura a 4 marzo 1943, da Disperato Erotico a Piazza Grande e La sera dei Miracoli: quindici i brani proposti al pubblico nel corso del concerto, tutti con gli arrangiamenti musicali ad hoc a cura dei rinomati Maestri Fabrizio Lamberti, per quanto riguarda la parte pop, e di Valter Sivilotti, per quanto concerne quella sinfonica.

“Abbiamo lavorato con l’obiettivo di far risplendere i testi capolavoro di Lucio adattando il flusso musicale dei brani, senza mai stravolgerlo, per mettere in risalto l'intensissima e personale interpretazione di Lidia- spiega Fabrizio Lamberti, che è anche Direttore artistico degli arrangiamenti- Per alcuni pezzi, in particolare, io e Lidia abbiamo voluto mettere in risalto ancor di più la parte malinconica inserendo anche la chitarra acustica e il violoncello”.
Per molte tappe del tour il pubblico è rimasto incantato anche dalla performance di Gabriella Montalbano, capace di raccontare con il linguaggio dei segni il testo profondo di alcune canzoni di Lucio Dalla.
Intanto, sono già in lavorazione le date del tour invernale che vedranno Lidia Schillaci con “Futura, donne per Lucio” nel cartellone di diversi teatri d’Italia.

*La produzione dello spettacolo è affidata ad A.S.C. Production e Quintosol Production, l’intero progetto è sponsorizzato da Seed, azienda leader nel settore dell’energia elettrica nel campo della sostenibilità ambientale, da MAD e da AMPERIS, ed è patrocinato dalla Regione Siciliana. Per l’intera tournée in Sicilia, la cantautrice Lidia Schillaci ha scelto di promuovere anche la creatività made in Sicily dello stilista palermitano Alessandro Enriquez indossando le sue creazioni.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Rifiuti indifferenziati: è emergenza. La situazione è estremamente delicata

C’è molta apprensione e preoccupazione da parte dei 13 Sindaci dei Comuni della Provincia che …