lunedì , 15 Aprile 2024

Cavalleria Rusticana e Pagliacci il 20 settembre in scena al Teatro Antico di Taormina

È un viaggio nel Verismo quello proposto quest’anno dal Sicilia Classica Festival nella suggestiva e panoramica cornice del Teatro Antico di Taormina. Cavalleria Rusticana di Mascagni, Pagliacci di Leoncavallo e la Carmen di Bizet sono infatti le tre Opere classiche che verranno portate in scena da un cast composto prevalentemente da giovani professionisti, con la regia di Salvo Dolce e la direzione artistica di Nuccio Anselmo.

“Tre tappe che hanno in comune- spiega il Presidente del Sicilia Classica Festival, Francesco Ciprì- un epilogo finale non felice, e che scandagliano tematiche purtroppo ancora attuali quali sono quelle afferenti alle relazioni insane e all’incapacità di gestire le emozioni negative. Tre Opere che vogliamo raccontare esaltando quella bellezza visionaria che le contraddistingue, e che si fa speranza nel dolore della tragedia”.

Il via il prossimo mercoledì 20 settembre, alle ore 21, con una rappresentazione innovativa di Cavalleria Rusticana, cui seguirà quella di Pagliacci, sempre nella stessa serata.

“Sarà una Cavalleria Rusticana molto danzata- anticipa la coreografa Stefania Cotroneo- a differenza di come concepito più classicamente. Il pubblico si stupirà nel vedere sedie simulare cavalli o giacche prendere vita. In generale abbiamo lavorato alla messa in scena di una sorta di danza teatro, mentre per Pagliacci lo sviluppo coreografico è improntato su acrobazie ed effetti speciali ad opera di personaggi fantastici”.

“Avrà un’atmosfera visionaria- aggiunge il regista Dolce facendo riferimento all’Opera di Mascagni- Mi sono molto soffermato sulle suggestioni musicali di ogni singolo quadro e le conseguenti visioni simboliche che si tramutano in immagini sceniche fatti di gesti rituali evocati dal coro e dal corpo di ballo. Il pubblico vedrà un’eleganza siciliana antica ma non rurale”.

Protagonisti, per Cavalleria Rusticana, saranno il mezzosoprano Anastasia Pirogova nel ruolo di Santuzza, il tenore Alberto Profeta nel ruolo di Turiddu e il baritono Noh Dongyong nel ruolo di Alfio. In Pagliacci, il soprano Isidora Moles sarà Nedda, Alberto Profeta interpreterà Canio e Noh Dongyong vestirà i panni di Tonio. Regia di Salvo Dolce, Coro ed Orchestra del Sicilia Classica Festival diretti dal Maestro Francesco Di Mauro, coreografie di Stefania Cotroneo, costumi di Fabrizio Buttiglieri, luci Gabriele Circo, trucco e parrucco Alfredo Danese, direttore artistico Nuccio Anselmo.

Con  uno stile registico innovativo e moderno, nonché con coreografie ricche di movimenti ed effetti scenici ad hoc sulla musica trascinante di Bizet, è stata pensata anche la rappresentazione de la Carmen, in scena venerdì 22 settembre alle ore 21. Dopo il successo da sold out della prima recita, lo scorso 19 agosto all’Anfiteatro Villa a Mare di Terrasini, a Taormina l’Opera vedrà anche la partecipazione del Piccolo Coro Città di Taormina, ovvero di sessanta bambini tra i 6 e i 14 anni diretti dal Maestro Ivan Lo Giudice.

Protagonisti sul palco: il mezzosoprano Karina Demurova nel ruolo di Carmen, il tenore Facundo Munoz per Don José e il baritono Giacomo Medici nel ruolo di Escamillo. Regia di Salvo Dolce, Coro ed Orchestra del Sicilia Classica Festival diretti da Alessandra Pipitone, Piccolo Coro Città di Taormina diretto dal Maestro Ivan Lo Giudice, coreografie di Stefania Cotroneo, Scenografie de La Bottega Fantastica, costumi Fabrizio Buttiglieri, luci Gabriele Circo, direttore artistico Nuccio Anselmo.

È possibile acquistare i biglietti qui: http://www.vivaticket.com/it/Ticket/pagliacci-cavalleria-rusticana/204604http://www.vivaticket.com/it/ticket/carmen/204602?fbclid=iwar0onwmmixe8uaagbqftevxbzwjzp2fqyjgavjzye4syeiv4tvgqrjqvvl0- oppure chiamando al 339- 5299932

Pagina Facebook Sicilia Classica Festival: https://www.facebook.com/siciliaclassicafestival

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

NUOVO PSI: NEL CENTRO STORICO DI MARSALA, C’E’ UNA STRADA CHE E’ ANCORA UNA TRAZZERA. LA VIA FRAZZITTA

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del segretario del Nuovo PSI Rosario Lunetto. …