mercoledì , 28 Febbraio 2024

Tranchida: “Ciminnisi su ristori delle alluvioni è stata politicamente evanescente e assente”

«Chi è Cristina Ciminnisi e cosa ha prodotto per Trapani e la provincia? È una fortunata deputata all’Assemblea Regionale Siciliana perché la gente ha votato il simbolo del Movimento 5 Stelle, ma senza esprimere una preferenza per la persona. In effetti, la parlamentare si rivela politicamente evanescente ed assente, tranne che nel gradire sfilare alle passerelle istituzionali. Evanescente, come le promesse per il finanziamento della rete fognaria a Villa Rosina con tanto di comizio di Conte, e assente come la presenza dei 5 Stelle al Consiglio comunale di Trapani fin dal suo avvento politico. Ma torniamo ai ristori. Per inciso, se la fortunata deputata ritiene che ci siano responsabilità disoneste per l’alluvione del 2022 nella mia Amministrazione, proceda nelle opportune sedi. Diversamente, l’accusa di disonestà politica potrebbe riservarla per chi cerca di rifarsi il trucco. Andiamo al merito: l’assessore regionale Falcone mi aveva garantito non meno di 6 milioni di euro per i ristori in seguito all’alluvione del 26 settembre scorso e i successivi per Trapani e Miliscemi. Vantarsi oggi, come sembra intenda fare tale fortunata deputata, pretendendo persino gratitudine – come se i fondi stanziati provenissero dal suo personale patrimonio – e accettando al ribasso la mancia di 5 milioni di euro per le province di Trapani, Messina e Siracusa per i ristori delle alluvioni del 2022, mi sembra un tentativo di prendersi gioco di noi, ancor peggio del governo regionale a cui dice di fare opposizione. Dopo ciò, mi faccia un favore: con tutto il rispetto per la persona, si attivi, studi e si impegni di più. Si potrebbe ripartire dalla proposta del deputato trapanese On. Safina del Pd, che aveva presentato la proposta di stanziare almeno 15 milioni di euro per i ristori, con la promessa che ne avrebbero stanziati 20 con la riprogrammazione dei fondi. Ciò, purtroppo, non è avvenuto poiché, come denunciato dall’on. Safina, non era possibile, in quanto i fondi POC sono destinati ad investimenti e non ai ristori.Si potrebbe quindi fare fronte comune tra le opposizioni e quella parte seria del governo regionale che vuole riconoscere un trattamento paritario per i trapanesi e i misilesi in termini di ristori, come invece beneficeranno nella Sicilia orientale. Non abbasseremo la testa di fronte a questa giusta rivendicazione e, se necessario, ci recheremo sotto i loro dorati palazzi palermitani per protestare vigorosamente contro la faziosa sordità di certa politica».

Con queste parole, Giacomo Tranchida replica alla deputata regionale trapanese del M5S, Cristina Ciminnisi.

Ristori per le alluvioni, Ciminnisi (M5S): «Tranchida disonesto intellettualmente e irriconoscente»

“I 5 milioni di euro di ristori ai privati individuati sul bilancio regionale, per quanto pochi, sono frutto del mio esclusivo pressing sul Governo”

«Il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, nel corso della trasmissione ResPublica, in onda ieri sera su Telesud, come al solito, con artificiose omissioni dialettiche ha mistificato la realtà sui ristori per l’alluvione del 26 settembre scorso».

Lo afferma la deputata regionale trapanese del M5S, Cristina Ciminnisi. «Tranchida – dice Ciminnisi – continua a minimizzare le responsabilità, sue e della sua amministrazione, rispetto ai danni provocati dalle alluvioni di settembre e ottobre dello scorso anno e, con un accento in più di disonestà intellettuale, si dimostra incapace di riconoscere il lavoro ed i meriti di chi non è a lui vicino politicamente».

Sui ristori la deputata replica al sindaco Tranchida: «I 5 milioni di euro di ristori ai privati individuati sul bilancio regionale, per quanto pochi, sono frutto del mio esclusivo pressing sul Governo e di un emendamento in commissione presentato dalla sottoscritta. Atti parlamentari e resoconti stenografici lo dimostrano. La distribuzione tra le province di Trapani, Messina e Siracusa è legata alla originaria formulazione della delibera di giunta. Certamente il Governo poteva e doveva fare di più e meglio, ed in questo senso s’è espresso garantendo, ove necessario e possibile, ulteriori risorse per i risarcimenti. Se così non è stato, però, Tranchida può solo lamentarsene con il suo referente nel Governo regionale, l’assessore Turano, e non certo con chi, dai banchi dell’opposizione, ha indicato l’errata fonte di finanziamento e posto il correttivo con un emendamento. Sarà mia cura sollecitare il Dipartimento di protezione civile per accelerare le procedure risarcitorie e l’erogazione del denaro ai privati. Questi sono fatti concreti che volentieri esporrò nelle sedi istituzionali e in qualsiasi confronto pubblico il sindaco Tranchida volesse proporre».

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

SI INSEDIA A TRAPANI IL NUOVO VICARIO DEL QUESTORE: È CONO INCOGNITO

Mercoledì 21 febbraio si è insediato il nuovo Vicario del Questore di Trapani, Primo Dirigente …