mercoledì , 28 Febbraio 2024

GDF AGRIGENTO: SCOPERTA SOCIETA’ “ESTEROVESTITA” E CONTESTATA ALL’AMMINISTRATORE EVASIONE FISCALE PER € 600.000,00

I militari del Comando Provinciale di Agrigento hanno dato esecuzione a due decreti di sequestro preventivo di denaro e altri beni mobili ed immobili, ai fini della successiva confisca, nei confronti di un imprenditore
originario di Racalmuto (AG), indagato per omessa dichiarazione di redditi prodotti in Italia ed emissione di
fatture per operazioni soggettivamente inesistenti (artt. 5 e 8 del D.Lgs n.74 del 2000).
I provvedimenti cautelari sono stati emessi dall’ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Agrigento su richiesta
della locale Procura della Repubblica.
L’indagine giudiziaria scaturisce da una verifica fiscale condotta dalla Tenenza della Guardia di Finanza di
Canicattì, che ha contestato all’imprenditore racalmutese di essere l’artefice di un sistema evasivo di c.d.
“esterovestizione”.
Secondo la prospettazione accusatoria, infatti, l’imprenditore avrebbe fittiziamente stabilito all’estero
(precisamente in Moldavia), il domicilio fiscale di una società che produce cofani funebri, di cui lo stesso è
amministratore, gestita di fatto in Italia, utilizzando poi una seconda società di diritto italiano con sede a
Racalmuto (dallo stesso gestita, ancorché formalmente amministrata dalla moglie), in realtà priva di una effettiva struttura aziendale per l’esercizio di attività d’impresa, per creare, mediante il ricorso all’emissione di fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, fittizi rapporti triangolari tra la società “esterovestita” e le imprese acquirenti italiane.
Nel corso delle attività di verifica fiscale e delle successive indagini di polizia giudiziaria sono stati rinvenuti ed
acquisiti molteplici documenti di natura fiscale, contabile e societaria comprovanti che la società moldava era di fatto gestita da Racalmuto.
Attraverso il suddetto sofisticato sistema evasivo sarebbero stati occultati al fisco italiano, dal 2013 al 2018,
ricavi per 15 milioni di euro circa.
Il provento della presunta attività criminosa, pari all’ammontare delle imposte dirette evase, per il quale il G.I.P.
presso il Tribunale di Agrigento ha disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca, anche nella formula Referente: Col. Rocco Lopane; Contatti: 3355849957 per equivalente, ascende all’importo di euro 599,924,00.
Sono già stati individuati e sottoposti a sequestro fabbricati, terreni e disponibilità finanziarie – rinvenute su conti bancari – riconducibili all’imprenditore indagato per un valore complessivo di euro 170.000,00 circa.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

SI INSEDIA A TRAPANI IL NUOVO VICARIO DEL QUESTORE: È CONO INCOGNITO

Mercoledì 21 febbraio si è insediato il nuovo Vicario del Questore di Trapani, Primo Dirigente …