martedì , 9 Agosto 2022

LA POLISPORTIVA MARSALA DOC PROTAGONISTA DA PERGUSA ALL’ABETONE      

Il grande caldo non ferma l’atletica leggera e i tesserati della Polisportiva Marsala Doc, che da Pergusa all’Abetone, da Salemi a Cortina, sono stati al via di altrettante gare di corsa, in pianura e in montagna. Sull’autodromo di Pergusa, dove si è svolta la 10° edizione della Mezzamaratona “Città di Enna”, prova del Grand Prix regionale Fidal, continua la sua esaltante escalation verso sempre migliori prestazioni cronometriche il giovane Michele Galfano, che con il tempo di 1 ora, 22 minuti e 38 secondi è stato quinto assoluto e primo nella sua categoria (SM, da 21 a 34 anni d’età). Appena sei giorni prima, a Monreale, nel Grand Prix relativo alla distanza dei 10 km, Galfano era stato secondo di categoria con 38’ e 23’’. Il ragazzo, quindi, ormai ha fatto l’abitudine al podio. Ma anche altri atleti in maglia biancazzurra, sabato pomeriggio, a Pergusa, hanno fornito eccellenti prestazioni. A cominciare da Fabio Sammartano (1:26:58), terzo nella SM45, Thierry Maximilien Morgana (1:28:21), Damiano Ardagna, che con 1:29:07 ha letteralmente demolito il suo precedente primato personale, Silvio Giardina (1:34:33), Enzo Lombardo (1:36:53). E poi ancora, nell’ordine, Vincenzo D’Accuso, Ignazio Cammarata, Dario Stracquadanio, Gianpaolo Graffeo, Matilde Rallo, quarta nella SF50, Vincenzo Contrino, Luca Cammarata, secondo nella PM, Corrado Galeota e Antonio Vatore. Nella stessa giornata, a rappresentare la società del presidente Filippo Struppa alla “50 km dell’Abetone” (in provincia di Pistoia) sono stati Michele D’Errico, che ha collezionato un altro titolo italiano, e Pietro Sciacca. “Dopo 15 giorni dall’ultra Maratona dell’ Etna 0-3000, con l’amico ultramaratoneta Damiano Ardagna – afferma D’Errico – ho conquistato un altro tassello, la Ultramaratona di 50 km Pistoia-Abetone, Campionato Italiano Iuta di corsa in salita Ultra con un dislivello + di oltre 1500 metri, conquistando il 1° posto di categoria e la maglia di Campione Italiano Iuta di categoria, accompagnato dall’amico Vincenzo Pecunia, grande Ultramaratoneta e l’amico Pietro Sciacca, anche lui neo Ultramaratoneta, che ha dato il meglio di se , in una gara così difficile, infatti, viene chiamata “IL SAPORE DELLA SFIDA” con un caldo torrido che toccava i 40°. E per sabato prossimo, con Damiano Ardagna saremo ai nastri di partenza della gara più temuta dal mondo del podismo, la 100 km di Asolo!!”. Solo a pensarci, vengono i brividi. Tornado alla gara di Monreale, oltre a Galfano, vi hanno partecipato anche Fabio Sammartano (39’ e 10’’), Thierry Maximilien Morgana e Gaspare Filippi. A Salemi, invece, ieri pomeriggio, si è corso il 10° Trofeo “Pani e Altari” (6700 metri), prova del Grand Prix provinciale Fidal, che ha comunque attirato parecchi atleti anche dalle province di Palermo e Agrigento (nel post Covid c’è grande voglia di tornare alla corsa, ma soprattutto alla socialità). Qui, tra i marsalesi, hanno partecipato, in ordine sparso, Antonio Pizzo, Gianpaolo Graffeo, Matilde Rallo, Edoardo Di Sarno, Michele Galfano, Fabio Sammartano, Thierry Maximilien Morgana, il presidente Filippo Struppa, Roberto Pisciotta, Salvatore Panico, Gaspare Filippi, secondo nella SM70, Andrea Greco (SM80) e Francesco Croce, che con un’altra grande prestazione è stato secondo nella SM55. Al termine della gara, la solita grande festa a base di “pane cunzato”, crostate, passito e amaro. La sera prima, a Pergusa, pane con miele, dolci tipici e frutta. E’ anche questo il mondo dell’atletica. Infine, continua a migliorarsi anche Nicolò Palmeri, che ha rappresentato i colori della Polisportiva Marsala Doc alla “Cortina-Dobbiaco”, una gara di 30 km in buona parte in salita che mette a dura prova anche gli atleti più forti ed esperti. E che Palmeri ha concluso in 3 ore e 53 minuti. Anche qui, naturalmente, nonostante l’altitudine, il caldo non è certo mancato.         

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Il pensiero di Kapuscinski è anche il mio. Fin da piccolo sono stato sempre appassionato di giornalismo. A scuola fondai un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco, in rapida successione, le mie esperienze maturate nel campo giornalistico: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal 2022 direttore dell'emittente televisiva Canale 2. Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

VELA – Conclusi i Trofei Massimo Attinà e Ferdinando Montalto organizzati dalla Società Canottieri Marsala

Circa 116 Optimist hanno colorato la costa di mare marsalese durante il fine settimana appena …