lunedì , 29 Novembre 2021

Atletica Leggera – ottime le prove dei Cadetti del Real Paceco ai Campionati Italiani di Parma

VINCENZO SAMMARTANO – I Campionati Italiani FIDAL Individuali e per le Regioni, Categoria Cadetti, si sono svolti a Parma il 2 ed il 3 di Ottobre. Nel mezzofondo la Sicilia è stata rappresentata da Luca e Marco Coppola, tesserati del Real Paceco, compagine allenata dal Prof. Pino Barbata.

Prof. Barbata, ci siamo lasciati prima della partenza per Parma con un “in bocca al lupo. Come è andata per gli atleti del Real Paceco?

Cominciamo con le nostre due stelline. Marco e Luca Coppola. Marco ha gareggiato nei 2000 metri ed è arrivato quarto. Ha fatto una gara strepitosa, andando in testa e tirando tutto il gruppo e  spingendolo fino al limite delle proprie possibilità. Infatti tutti hanno fatto il proprio personale, compreso lo stesso Marco che chiudendo con 5’45’’41’’’ si è migliorato di 7 secondi. Ha fatto un tempo eccezionale per un 2007, considerando che gli altri atleti di testa erano tutti del 2006.

Il fratello Luca, anche lui quarto nei 1200 siepi. Una gara molto difficile. 3 giri di pista con gli ostacoli. I gemelli spesso si copiano. Qui si sono superati. Luca ha migliorato il suo personale di 5 secondi fermando il tempo a 3’23’29’’’. Ha lottato fino alla fine per salire sul podio. I ragazzi hanno dimostrato di essere tra i primi in italia.

Prof. Barbata, come è andata per la rappresentativa siciliana?

Nella classifica generale, la Sicilia si è classificata in decima posizione, dietro la rappresentativa delle Marche e prima della Sardegna. La Lombardia si è  classificata prima. Per la Sicilia, 11 sono stati i podi conquistati. Mai come prima. La Sicilia si è piazzata prima nel mezzofondo, anche grazie ai nostri ragazzi. E per me, che sono responsabile del mezzofondo in Sicilia occidentale, il risultato di quest’anno è un successo doppio.

Questo risultato vi rende orgogliosi delle vostre origini.

Il Real Paceco è una realtà. Si allenano dai bimbi ai ragazzi più grandi. Nello stesso giorno a Trapani si è svolta la corsa su strada Sale e Saline dove i nostri Mazara, Ala, Pulizzi e Canino hanno fatto delle gare bellissime arrivando rispettivamente primo, terzo, quinto e decimo con ritmi di gara tra i 3’16’’ e 3’23’’. Giorno 10 ottobre abbiamo le ultime gare regionali con il tetrathlon in cui ogni ragazzo dovrà cimentarsi in quattro specialità: 600 metri, 60 metri, salto in lungo e lancio del vortex. In queste gare si vede tutto il lavoro fatto da questa società.

Paceco sempre più alla ribalta nazionale.

Stiamo diventando il punto di riferimento della Sicilia.  Questo ci inorgoglisce sempre di più e ci spinge a fare meglio. Spero che questi risultati spingano l’ammnistrazione Scarcella a darci una mano con la manutenzione della pista di atletica, specialmete la prima corsia e l’istallazione di una pedana del salto in alto ed una del salto in lungo. Servono queste migliorie per poterci fare andare avanti. Ci sono tanti bambini che vengono tolti dalla strada ed indirizzati ad uno sport che è accessibile a tutti. Basta un paio di scarpe, una maglietta ed un pantaloncino per poter fare atletica. L’atletica è uno sport importante se visto come base per l’avviamento allo sport e come base per l’accoglienza e l’inclusione di tanti ragazzi stranieri in una società sempre più multietnica e multiclturale.

Il futuro?

Vogliamo continuare a lavorare. Negli ultimi anni abbiamo avuto una crescita esponenziale notevole. Abbiamo lanciato tanti ragazzi. L’impegno è notevole, soprattutto considerando i tanti bambini che si sono uniti quest’anno dopo il successo dell’atletica alle Olimpiadi di Tokio. Siamo aperti a tutti coloro che ci vogliono dare una mano. Ma è vitale che l’amministrazione sia al fianco di questi ragazzi per migliorare le condizioni dello stadio. Vogliamo continuare a crescere e portare questi ragazzi ed il nome di Paceco sempre più in alto.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

MARSALA. DA OGGI IN SERVIZIO QUATTRO NUOVI FUNZIONARI A TEMPO DETERMINATO

Hanno preso servizio oggi al Comune di Marsala quattro nuovi funzionari, due dell’area tecnica e …