sabato , 22 Gennaio 2022

AL PARCO DI SEGESTA DUE PIANI DEL POLO MUSEALE DI CALATAFIMI

Il Comune di Calatafimi-Segesta ha affidato al Parco di Segesta due piani del Polo museale da anni chiuso al pubblico. L’atto di affidamento è stato firmato dal Commissario regionale che attualmente guida il Comune, Francesco Fragale, e il direttore del Parco Rossella Giglio. Sono due i piani che il Comune ha affidato al Parco: l’interrato e il seminterrato, per un totale di quasi 520 metri quadrati.

Il livello interrato, con accesso pedonale e stradale, è stato utilizzato per attività ludiche da parte di alcune associazioni locali: «Vogliamo adibirlo a centro espositivo ma anche a laboratorio di restauro – ha detto il direttore del Parco, Rossella Giglio – per così renderlo fruibile a visitatori e cittadini. Per il nostro Parco è un ulteriore spazio che ci consentirà anche di realizzare laboratori coi bambini che hanno così la possibilità di partecipare ad attività propedeutiche alla visita al Parco». Il piano seminterrato, invece, è stato già destinato a magazzino dove poter depositare i reperti archeologici ritrovati durante le diverse campagne di scavo realizzate al Parco. L’intero piano è stato già dotato di impianto d’allarme. «Con questo affidamento gratuito a un altro ente pubblico, l’Amministrazione comunale vuole dare un contributo concreto per implementare gli spazi espositivi del Parco – ha detto il Commissario Francesco Fragale – così facendo si offre anche la possibilità al visitatore di Segesta di raggiungere anche il centro di Calatafimi e così, con l’occasione del polo museale, visitarlo». Costruita come Casa albergo per anziani più di 20 anni fa, nel tempo è stata cambiata la destinazione d’uso in Polo museale.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Al via la campagna nazionale “No al patto di stabilità” – La Uil Trapani promuove sul territorio l’iniziativa sindacale contro l’austerità

“Nelle ultime settimane – afferma il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello – la Commissione …