sabato , 22 Gennaio 2022

Trofeo delle Province. Cadetti. A Trapani il primo posto

VINCENZO SAMMARTANO – All’interno della manifestazione della 95esima edizione del Giro podistico Internazionale di Castelbuono, le selezione provinciali dei Cadetti/e si sono sfidati per il 2° Trofeo della Province.  Una delegazione maschile e femminile è stata presentata in rappresentanza delle nove province siciliane. 

Tra i Cadetti, la Provincia di Trapani è salita sul gradino più alto del podio, seguita da Palermo e Messina. Tra le Cadette, la Provincia di Palermo prima ed a seguire Ragusa e Messina.

Per la selezione della provincia di Trapani si è confermata la leadership del Real Paceco che, in classifica individuale ha visto il piazzamento dei gemelli Marco e Luca Coppola, rispettivamente secondo e terzo con tempi di 7’27” e 7’47”. Sempre per il Real Paceco, decimo Monreale Mario con il tempo di 8‘33” mentre più a seguire in classifica, Monacò Gabriele, della società Ass. Sport Dil. C.S. Valderice che chiude il gruppo della rappresentanza della Provincia di Trapani con 8’40”. I piazzamenti dei cadetti hanno permesso alla rappresentativa provinciale di Trapani di classificarsi al primo posto.

Per le Cadette da sottolineare la prova di Alessia Scaduto che compie i 2201 metri del percorso in 10’32”.

“L’atletica in provincia di Trapani sta crescendo. I risultati lo confermano. Non solo a livello regionale ma anche a livello nazionale. Non ultima la grandissima prova della nostra Gilda Arceri sugli 800 metri nei campionati italiani allievi di Rieti. Noi, come Real Paceco – ci ha detto il Prof. Pino Barbata –  lavoriamo per far crescere il movimento e siamo contentissimi che stanno crescendo in provincia altre realtà sportive che praticano atletica leggera. Valderice per esempio ma anche Marsala e Trapani che con l’Associazione Sportiva Sprint stanno costruendo le basi per un futuro roseo.”   

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Al via la campagna nazionale “No al patto di stabilità” – La Uil Trapani promuove sul territorio l’iniziativa sindacale contro l’austerità

“Nelle ultime settimane – afferma il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello – la Commissione …