sabato , 31 Luglio 2021

Proficuo confronto tra il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e il sindaco del Comune di Favignana Isole – Egadi Francesco Forgione. A breve un presidio dei vigili del fuoco

Taglio del nastro questa mattina a Favignana per il “Welcome Terminal”, la stazione marittima che accoglierà, con tutti i confort, i passeggeri che sbarcano sull’isola o che sono in attesa di prendere un aliscafo o una nave. La nuova struttura, una delle quattro in versione “big”, di ottanta metri quadri, è stata inaugurata in occasione della visita istituzionale del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. 

Giunto a Levanzo nel pomeriggio di ieri, dove è stato accolto dal sindaco di Favignana – Isole Egadi Francesco Forgione, il governatore ha poi incontrato, nella giornata di oggi, i membri della giunta e del Consiglio comunale all’interno dell’ex Stabilimento Florio. 

«La visita del presidente Musumeci è stata un’occasione di confronto sui temi che interessano il nostro arcipelago, dalle criticità legate al sistema dei trasporti, per residenti e non, anche in vista della pubblicazione del nuovo bando regionale dedicato ai collegamenti con le isole minori, fino ad arrivare alle questioni riguardanti la sicurezza delle coste e l’assetto idrogeologico – ha dichiarato il sindaco Forgione – Abbiamo voluto puntare i riflettori sul tema dell’insularità come fattore di rilancio, di sviluppo e di fuoriuscita dalla pandemia, con un’idea di turismo non legata soltanto al binomio mare-sole ma alle potenzialità culturali, ambientali ed ecologiche delle nostre isole, un patrimonio di inestimabile valore”.

Il taglio del nastro, in occasione dell’inaugurazione della stazione marittima, è stato effettuato dal Prefetto di Trapani Filippina Cocuzza che ha voluto sottolineare come il terminal sia un “servizio di accoglienza di importanza strategica, volto a costruire le condizioni più idonee per ospitare al meglio i turisti»

Il presidente della Regione Siciliana, nel corso dell’incontro all’interno dell’ex tonnara, ha spiegato come l’ampliamento delle realtà portuali minori sia una priorità del suo Governo: «Abbiamo stanziato 103 milioni di euro per consolidare i porti. Circa la metà di questa somma è stata deliberata e impegnata, con procedure di cantiere avviate – ha puntualizzato – Con la compagnia di navigazione apriremo un contenzioso perché la gestione dell’amministratore giudiziario non può non tenere conto della valenza sociale dei collegamenti con le isole minori. Servono delle politiche di tariffe sociali. Su questo ci confronteremo e non faremo un passo indietro. Il regime di monopolio non può consentire atteggiamenti irresponsabili». 

Nel corso della due giorni alle Egadi, il presidente Musumeci ha anche annunciato che a giorni, terminati alcuni passaggi burocratici, firmerà una convenzione con il Comando nazionale dei vigili del fuoco e con il sindaco Forgione. L’obiettivo è quello di “potenziare il dispositivo per il salvataggio e il soccorso alle persone, per il contrasto dei fenomeni di incendio e di eventi incidentali di altra natura” nelle isolette del Trapanese. L’onere finanziario sarà a carico della Regione, mentre il Comune provvederà a mettere a disposizione un edificio per ospitare la squadra dei vigili del fuoco, i relativi mezzi e le attrezzature antincendio. Il presidio sarà operativo ogni giorno (dalle 8 alle 20) con tre unità di personale. Sarà, inoltre, formato un corpo di vigili del fuoco volontari per gli interventi nel resto dell’anno, con la disponibilità del mezzo antincendio fornito dal Dipartimento nazionale dei vigili del fuoco del Ministero dell’Interno.

«Abbiamo deciso di potenziare il servizio – evidenzia il presidente Musumeci – in considerazione dell’aumento della popolazione durante la stagione estiva e delle particolari condizioni del territorio. Ci è sembrato doveroso farlo, in un’ottica di prevenzione, anche perché i prossimi mesi si preannunciano all’insegna di una piena ripresa dal punto di vista turistico».

Prima di concludere la giornata con un sopralluogo a “Cala Rossa” per verificare i rischi idrogeologici dell’area, il governatore ha portato il suo saluto agli operatori impegnati presso l’hub vaccinale dove è stato accolto dal commissario straordinario dell’Asp di Trapani Paolo Zappalà.

A proposito di Nicola Donato

"Essere scettici, realistici e prudenti è assolutamente necessario, altrimenti non si potrebbe fare il giornalismo". Questa teoria di Kapuscinski la condivido tantissimo.Sono stato un appassionato di giornalismo fin da piccolo, tanto che fondai a scuola un giornalino dal nome "Fatti e idee". La mia passione fu alimentata negli anni novanta, in piena età adolescenziale, da mio padre che conduceva trasmissioni radiofoniche di carattere sportivo presso l’emittente marsalese Radio Azzurra. La passione per il giornalismo cominciò a diventare anche un lavoro a partire dal 2005. Ecco le mie esperienze maturate in rapida successione: 2005 – 2007 Conduttore televisivo emittente Canale 2 Marsala; 2007 – 2012 Redattore presso il quotidiano “Il Corriere Trapanese”; 2012-2014 Telecronista Ermes Tv Marsala; 2014 a tutt’oggi direttore del periodico cartaceo “Leggo Città Marsala”; Dal 2015 a tutt’oggi conduttore televisivo presso l’emittente televisiva Canale 2 Marsala; Dal primo dicembre del 2019 Leggo Città ha stretto una collaborazione con un gruppo editoriale locale permettendo la nascita di Trileggo di cui ne sono il Direttore. 14/10/2018 Premiato come ospite d'onore alla 19ma edizione del premio Europeo Tindari; 16/01/2021 conferimento d'onore da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI di Tirana (Albania) quale membro d'onore per proficua attività giornalistica svolta.

Vedi anche

Evade dagli arresti domiciliari: scoperto dalla Polizia di Stato a bordo di un treno regionale in Provincia di Trapani

La Polizia Ferroviaria di Trapani durante un servizio di vigilanza a bordo di un treno …